Dottore Commercialista, Revisore Legale dei Conti e Pubblicista

Consulenza Societaria e Fiscale - Servizi Contabili e Paghe

05 Apr 2017

Dalle ristrutturazioni al bonus mobili Tutte le novità per la dichiarazione


Molti sono i chiarimenti sulle detrazioni per il recupero edilizio, per il risparmio energetico e per il bonus mobili, contenute nella circolare n.7/E/2017 pubblicata ieri. Si va dalla possibilità di pagare gli acquisti di mobili, detraibili al 50%, tramite finanziamenti a rate, alla possibilità di non cedere all’acquirente dell’immobile ristrutturato le rate residue del bonus mobili, anche se con la cessione dell’immobile vengono trasferite all’acquirente le restanti rate della detrazione sulla ristrutturazione. Dall’incumulabilità della detrazione sul risparmio energetico con quella del 19% per le manutenzioni di beni culturali vincolati all’equiparazione dei conviventi more uxorio ai familiari. La detrazione Irpef del 50% sugli interventi di recupero edilizio spetta «anche al familiare convivente» del proprietario, del nudo proprietario, del titolare di un diritto reale (uso, usufrutto, abitazione), dell’inquilino e del comodatario dell’immobile oggetto dell’intervento, se sostiene le spese.

 

Approfondimento dello Studio De Stefani all’articolo di Luca De Stefani su Il Sole 24 Ore del 5 aprile 2017

 

Richiedi una consulenza personalizzata