Dottore Commercialista, Revisore Legale dei Conti e Pubblicista

Consulenza Societaria e Fiscale - Servizi Contabili e Paghe

Auto, all’azienda conviene il rimborso

La formulazione definitiva (e più blanda) della stretta fiscale sulle auto aziendali avrà effetti diversi rispetto alle prime bozze , cambiano i calcoli di convenienza rispetto alle prime bozze della legge di Bilancio. Se all’inizio la convenienza dell’auto aziendale veniva meno sia per l’azienda sia per il lavoratore, ora in caso di uso intensivo del […]

read more

Al fornitore non si inviano più le lettere d’intento

Molte sono le novità che riguarderanno le operazioni Iva interne nel 2010, si va dai corrispettivi telematici alla nuova lotteria collegata ai «documenti commerciali», dall’esterometro trimestrale al pagamento annuale del bollo sulle fatture elettroniche, dai registri e liquidazioni precompilati alle semplificazioni per le lettere d’intento. Corrispettivi e lotteria La moratoria semestrale delle sanzioni si applicherà […]

read more

Auto aziendali, dal 1° luglio 2020 più tasse sui veicoli inquinanti

L’annunciata stretta sui fringe benefit dei veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti e amministratori di società ha ridotto la sua portata ed è stata circoscritta dalla versione della legge di Bilancio approvata definitivamente dal Parlamento ai soli contratti stipulati dal 1° luglio 2020 e per i veicoli con valori di emissione di anidride carbonica […]

read more

Operazioni intra Ue non imponibili con il codice identificativo del cessionario

Dal 1° gennaio diventano operative le nuove regole unionali Iva che modificano le condizioni per la non imponibilità delle cessioni Intra-Ue, che semplificano la gestione del call of stock e delle vendite a catena e che introducono una presunzione legale per la dimostrazione del trasferimento fisico delle merci all’estero. Le novità derivano essenzialmente dal recepimento […]

read more

Da gennaio le nuove regole sulle prove

L’avvicinarsi del 1° gennaio 2020 e l’assenza della legislazione di recepimento della direttiva 2018/1910/UE lascia gli operatori in una situazione di incertezza per la corretta gestione degli scambi intra-Ue di beni, specialmente per quanto riguarda la sostanzialità dell’identificativo Iva, i nuovi Intrastat, il trattamento delle call of stock e le vendite a catena. Al contrario, […]

read more

E-fattura, adesione alla consultazione fino al 2 marzo 2020

Al fine di completare gli interventi tecnici necessari al recepimento della conservazione delle e-fatture per 8 anni da parte dell'agenzia delle Entrate, introdotta dal collegato fiscale alla legge di Bilancio 2020 (articolo 14 del decreto legge 26 ottobre 2019, n. 124), è stato prorogato dal 20 dicembre 2019 al 2 marzo 2020 (il 29 febbraio […]

read more

Investimenti, test convenienza sul nuovo credito d’imposta

Ad artigiani e commercianti il nuovo credito d’imposta del 6% per gli investimenti in beni strumentali nuovi (o del 40% o 20% per i beni industria 4.0) conviene molto meno rispetto al super o iper ammortamento, se si considera il carico contributivo come un costo e non come un accantonamento alla futura pensione. La variazione […]

read more

Il Fisco conserverà i dati per otto anni – Esonero per i medici anche nel 2020

IL QUESITO A quali categorie sanitarie si applicherà l’esonero dell’e-fattura anche nel 2020? Proroga di un anno del divieto di emissione della fattura elettronica da parte dei medici che inviano i dati al Sistema tessera sanitaria (Sts) e utilizzo degli Xml da parte dell’agenzia delle Entrate e della Guardia di Finanza fino ad otto anni. […]

read more

Precompilate Iva in due tempi

Dalle operazioni effettuate da luglio 2020 potranno essere utilizzati, previa conferma o integrazione, i registri Iva e le comunicazioni delle liquidazioni periodiche dell’Iva che saranno messe a disposizione nel sito internet dell’agenzia delle Entrate. Il modello Iva sarà, invece, precompilato dell’Agenzia solo a partire dalle operazioni effettuate dal 2021. COMUNICAZIONE LIQUIDAZIONI A partire dalle operazioni […]

read more

Fatture elettroniche, fino a mille euro bollo annuale in due rate

Per le fatture elettroniche emesse con operazioni non soggette ad Iva per importi superiori a 77,47 euro, l’imposta di bollo da 2 euro potrà essere pagata semestralmente e non entro il giorno 20 del primo mese successivo al trimestre di riferimento, solo se non verrà superata la soglia dei 1.000 euro annuali. A prevederlo è […]

read more

Esterometro trimestrale ma con invio entro la fine del mese successivo

Via libera alla modifica da mensile a trimestrale della periodicità dell’invio dell’esterometro. A prevederlo è la modifica , approvata il 4 dicembre 2019 dalla commissione Finanze alla Camera in sede di conversione in legge del Dl 124/2019, che ha previsto l’invio trimestrale «entro la fine del mese successivo al trimestre di riferimento».   La comunicazione […]

read more

Alla cassa per l’ultimo acconto prima della stretta

Non si applica al pagamento della seconda rata degli acconti per il 2019, in scadenza oggi, la stretta introdotta dall’articolo 3, del Dl 124/2019. È solo dal 2020, infatti, che la compensazione orizzontale in F24 dei crediti relativi a imposte dirette e sostitutive riferite al 2019 – per importi superiori a 5.000 euro annui – […]

read more

Giudici tributari, arretrati a tassazione separata

Per il Consiglio di presidenza della giustizia tributaria, la tassazione separata si applica a tutti i compensi indicati nell’articolo 17, comma 1, lettera b), del Tuir, indipendentemente dalla «causa del ritardo» dell’erogazione e dal fatto che questo ritardo sia fisiologico (risoluzione 6/2019). I compensi ai membri delle commissioni tributarie sono redditi assimilati a quelli di […]

read more

Anche l’Inps riceverà dalle Entrate i 730 per i conguagli

Dal 2020, cioè dai modelli 730 del 2020 relativi ai redditi 2019, anche l’Inps, come tutti gli altri sostituti d’imposta, riceverà tutti i modelli 730-4, contenenti i risultati contabili necessari per le operazioni di conguaglio derivanti dall’assistenza fiscale, dall’agenzia delle Entrate e non più direttamente dai Caf e dai professionisti, mediante l’utilizzo dei propri canali […]

read more

Voucher monouso, subito l’Iva ma non i ricavi in contabilità

L’emissione obbligatoria della fattura al momento dell’emissione del buono-corrispettivo (voucher o gift card) monouso deriva dal fatto che, solo ai fini Iva, l’operazione si considera effettuata, ma ciò non consente dall’impresa emittente di registrare la base imponibile della fattura a ricavo dell’esercizio. L’articolo 2423-bis del Codice civile prevede, tra l’altro, che nella redazione del bilancio […]

read more

La fattura segue l’emissione del buono

I buoni-corrispettivo sono strumenti accettati «come corrispettivo» (anche parziale) di una cessione di beni o di una prestazione di servizi. Nel voucher stesso o nella relativa documentazione devono essere descritti questi beni o servizi «o le identità dei potenziali cedenti o prestatori» (articolo 6-bis del Dpr 633/1972, applicabile a quelli emessi dal 1° gennaio 2019), […]

read more

Per i soggetti Isa scontato anche l’acconto sulla cedolare

I soggetti interessati agli Isa, che devono pagare l’acconto per il 2019 della cedolare secca, devono applicare, anche per questa imposta, le nuove regole di ripartizione degli acconti in due rate uguali (al 50% ciascuna), anziché del 40% la prima rata e del 60% la seconda. Questa nuova regola, introdotta dall’articolo 58 del Dl 124/2019 […]

read more

Affitti, acconti della cedolare secca ridotti per i soli contribuenti Isa

IL QUESITO Con la riduzione degli acconti per i soggetti Isa ci sono effetti sulla cedolare secca?   Effetto riduzione degli acconti anche per la cedolare secca ma limitatamente ai soggetti Isa. Nessun cambiamento in vista, invece, per le persone fisiche, per le quali la percentuale dell’acconto sulla cedolare dovuto entro il 2 dicembre rimane […]

read more

Anche la cedolare secca con acconto al 50 per cento

I soggetti interessati agli Isa, che devono pagare l’acconto per il 2019 della cedolare secca, devono applicare, anche per questa imposta, le nuove regole di ripartizione degli acconti in due rate uguali (al 50% ciascuna), anziché del 40% la prima rata e del 60% la seconda. Questa nuova regola, introdotta dall’articolo 58 del Dl 124/2019 […]

read more

Obbligo di stampa dei registri contabili solo con l’accesso o l’ispezione del Fisco

IL QUESITO Quali sono le scadenze del vincolo di stampa?   Non è più necessario stampare o archiviare digitalmente, entro 3 mesi dall’invio del modello Redditi, i registri contabili, in quanto dal 30 giugno 2019 «qualsiasi registro contabile» tenuto «con sistemi elettronici» è correttamente tenuto, anche in assenza di questo adempimento, a patto che sia […]

read more

Nuova ritenuta tra i dubbi

La norma sugli appalti contenuta nel decreto fiscale (Dl 124/2019) prevede che dal 1° gennaio 2020 i committenti – sostituti d’imposta residenti – siano tenuti a versare «tutte le ritenute fiscali» Irpef e addizionali, che sono «operate dall’impresa appaltatrice o affidataria e dalle imprese subappaltatrici, nel corso di durata del contratto, sulle retribuzioni erogate al […]

read more

Giornale e inventario non stampati ma con bollo

La possibilità di non stampare o archiviare digitalmente «qualsiasi registro contabile» tenuto «con sistemi elettronici», introdotta dal 30 giugno 2019 dall’articolo 7, comma 4-quater, del Dl 357/1994, non esonera dal pagamento dell’imposta di bollo dovuta sul libro giornale e su quello degli inventari. Questa deroga all’obbligo della stampa o dell’archiviazione sostitutiva di tutti i registri, […]

read more

Cedolare secca, l’acconto resta al 60% anche con gli Isa

Non inciderà sul calcolo degli acconti della cedolare secca la modifica, introdotta dal decreto legge 124/2019, delle percentuali di ripartizione in due rate degli acconti dell’Irpef, dell’Ires e dell’Irap (due rate del 50% e non più una del 40% e l’altra del 60%), per i contribuenti soggetti agli Isa, in quanto l’imposta piatta segue solo […]

read more

Auto aziendali, la stretta colpisce di più i redditi medio-bassi

Non convince la frenata del Governo sulla stretta che si intende dare alla tassazione del fringe benefit legato alle auto aziendali. La rimodulazione dell’aumento del chilometraggio che si presume fiscalmente come uso privato – e quindi finisce nel reddito imponibile del dipendente o dell’amministratore – è stata precisata nelle bozze del disegno di legge di […]

read more

Stangata sulle auto aziendali: per gli utenti costi triplicati

Nella bozza della legge di Bilancio spunta una stangata sulle auto aziendali: il reddito in natura imputato ai dipendenti (fringe benefit) per la possibilità di utilizzarle anche nel tempo libero (il cosiddetto uso promiscuo) viene triplicato. Stesso aumento per la trattenuta sullo stipendio di chi non ha reddito in natura perché “restituisce” al datore di […]

read more

Vendita dopo la ricostruzione: scatta il reddito d’impresa

La demolizione di un fabbricato da parte di una persona fisica con la ricostruzione e la vendita di 5 appartamenti, 8 garage e 3 posti auto è un’attività imprenditoriale che comporta la tassazione del relativo reddito d’impresa. A questa conclusione è giunta l’agenzia delle Entrate con la risposta di ieri, n. 426, con la quale […]

read more

Liquidazione di gruppo anche senza partita Iva

Via libera alla complicata compilazione del quadro VG del modello Iva annuale per esercitare l’opzione per la liquidazione dell’Iva di gruppo, nel caso in cui alcune delle società della catena di controllo siano ubicate all’estero e siano prive del numero di partita Iva italiano. Questa opzione, già concessa dalle risoluzioni 3 dicembre 1991, n . […]

read more

Tutti i dati dell’e-fattura conservati per otto anni

Memorizzazione di tutti i dati delle fatture elettroniche inviate allo Sdi (Sistema di interscambio), a prescindere dall’adesione o meno al servizio di «consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici», offerto dall’agenzia delle Entrate. Proroga al 2020 del «divieto» di emettere le e-fatture tramite lo Sdi per le prestazioni sanitarie effettuate nei […]

read more

Bollo, sanzione piena fino al 2020

Scade lunedì prossimo il pagamento dell’imposta di bollo da 2 euro sulle fatture elettroniche, con operazioni non soggette a Iva per importi superiori a 77,47 euro, relativamente al terzo trimestre 2019 e l’omesso versamento rischia di costare caro ai contribuenti, considerando che la bozza del decreto fiscale posticipa al 2020 la riduzione delle sanzioni dal […]

read more

Il socio non può restituire alla società il credito energetico

Il credito d’imposta generato da interventi sul risparmio energetico qualificato o antisismici, sostenuti da una società di persone non può essere ceduto dal socio, che lo ha ricevuto per trasparenza, alla società stessa. Il chiarimento è arrivato dall’agenzia delle Entrate con la risposta 415 di ieri. Se una società di persone sostiene delle spese per […]

read more

Permesso di costruire dal 2017 per il bonus 75-85%

La detrazione del 75-85% per l’acquisto di unità immobiliari da imprese che hanno demolito e ricostruito l’intero edificio, allo scopo di ridurne il rischio sismico, non spetta se il relativo permesso di costruire è stato rilasciato prima del 1° gennaio 2017. La conferma è contenuta nella risposta dell’agenzia delle Entrate di ieri n. 409. Dal […]

read more

Invio della fattura elettronica anche alla pec non registrata

Con il via libera della versione 2.0.4 di ieri del software di compilazione della fattura elettronica dell’agenzia delle Entrate, scaricabile dal portale Fatture e corrispettivi, sono state confermate molte regole di compilazione della e-fattura. Se scelgo la pec Se il proprio cliente chiede di ricevere la fattura elettronica nella propria casella di posta elettronica certificata […]

read more

Ecobonus e ristrutturazioni, nuova proroga in arrivo

Buone notizie per i bonus casa. Il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli ritiene necessario prorogare il pacchetto legato agli incentivi per le ristrutturazioni e quello per l’efficienza energetica. È quanto ha dichiarato nel messaggio inviato ieri alla ventinovesima edizione del Coordinamento legali di Confedilizia a Piacenza. Il ministro Patuanelli ha ricordato che dal 2007 […]

read more

Da esplicitare i redditi e i costi di competenza del 2017 e del 2018

IL QUESITO Vi sono particolari modalità di compilazione del quadro F per chi passa dal regime di cassa a quello di competenza? Le imprese e le società di persone che tra il 2017 e il 2018 sono passate dal regime semplificato di cassa a quello ordinario di competenza ovvero da quello di competenza a quello […]

read more

Soci e associati devono indicare le ore lavorate anche in percentuale

IL QUESITO Come compilano i professionisti il relativo quadro contabile e il quadro A? A differenza delle imprese, i professionisti compilano i loro dati contabili degli Isa nel quadro G e non nel quadro F. Anche i professionisti, poi, devono compilare il quadro A con i dati relativi alle giornate lavorate e il numero e […]

read more

Società tra avvocati fuori dal perimetro Isa per il 2018

La natura del reddito delle società tra avvocati dell’articolo 4-bis, legge 247/12 (nuovo ordinamento forense) non è più professionale, con il criterio di cassa, ma è d’impresa, con il principio di competenza, a seguito dei chiarimenti della risoluzione delle Entrate 35/E/2018 la quale ha ribaltato l’interpretazione della risoluzione 118/e/2003 data sulle società tra avvocati disciplinate […]

read more

Da segnalare nei modelli Isa tutti i componenti del Cda

Pubblichiamo le risposte degli esperti del Sole 24 Ore ad alcuni quesiti dei lettori giunti al sito del forum dedicato agli Isa (ilsole24ore.com/forumisa). Compensi degli amministratori In una società di capitali con un consiglio di amministrazione composto da un presidente e tre consiglieri, solo il primo percepisce un compenso, regolarmente deliberato dal Cda,.Ai fini della […]

read more

Proposte per il nuovo Governo – Abolizione del bollo sulle fatture elettroniche – Cancellare l’imposta di bollo da due euro

Il pagamento dell’imposta di bollo da 2 euro, sulle fatture elettroniche emesse dal 1° gennaio 2019, in generale con operazioni non soggette a Iva per importi superiori a 77,47 euro, deve avvenire entro il giorno 20 del primo mese successivo al trimestre in cui le fatture elettroniche sono state «correttamente elaborate e non scartate» dal […]

read more

Proposte per il nuovo Governo – Meno dati per gli Isa – Troppa burocrazia per i forfettari

I forfettari sono esonerati dalla tenuta delle scritture contabili, anche se devono conservare i documenti emessi e quelli ricevuti. Di fatto, però, le fatture emesse dai forfettari vengono registrate in un apposito programma di contabilità, al fine di agevolare il calcolo del reddito imponibile da assoggettare all’imposta sostitutiva del 15% (o del 5% per le […]

read more

Test di congruità per le spese di rappresentanza

Per la festa, rivolta ai clienti e destinata a celebrare i 50 anni di attività, in cui vengono «anche» presentati i prodotti o i servizi aziendali, sono deducibili come spesa di rappresentanza i costi sostenuti per «l’intrattenimento» (fra cui, ad esempio, il costo del complesso musicale, dello spettacolo o del biglietto di entrata al museo […]

read more

Vendite promozionali scontabili in e-fattura

Per effettuare regali ai propri clienti convengono le vendite promozionali rispetto agli omaggi autonomi e scollegati da contratti di vendita, in quanto solo per i primi si può evitare di applicare l’Iva all’atto della consegna dell’omaggio al cliente. Per l’acquisto di alimenti e bevande da consumare genericamente in azienda (non in mensa o tramite distributori) l’Iva è […]

read more

Per vitto e alloggio fruitori da indicare in fattura

L’avvento della fattura elettronica e del QR code sta automatizzando e velocizzando molte funzioni amministrative e contabili, consentendo, quindi, di concentrarsi sulla consulenza fiscale e sull’approfondimento di tematiche giuridicamente complicate, che in passato, a volte, venivano gestite, superficialmente, pro fisco. Cerchiamo allora di approfondire, anche con l’ausilio della grafica in pagina, quale sia l’impatto della […]

read more

Scontrini, entro il 2 settembre la sanatoria per i dati di luglio

Chi non ha inviato telematicamente alle Entrate, entro dodici giorni dall’operazione, i dati dei corrispettivi, corredati da «documenti commerciali» emessi da «registratori telematici» a luglio 2019, può ancora evitare le pesanti sanzioni per l’omesso invio trasmettendo i dati all’Agenzia entro il 2 settembre. Questa moratoria è possibile anche per chi ha continuato a emettere i […]

read more

Fisco: il calendario aggiorna le scadenze da qui a fine anno

Molte sono le nuove scadenze che attendono i contribuenti al ritorno dalle ferie e fino a fine anno. Oltre ai consueti acconti delle imposte di fine novembre, quest’anno si sommano i pagamenti dei debiti fiscali e contributivi generati dai modelli Redditi e Irap, per chi applica gli Isa, per i forfettari e per i minimi, […]

read more

Per l’incapiente cessione dell’ecobonus senza limitazioni

Tutte le limitazioni non previste dalla norma che l’agenzia delle Entrate ha introdotto per definire gli «altri soggetti privati», ai quali è possibile cedere i crediti d’imposta edilizi, non valgono per gli incapienti. Inoltre, per calcolare i limiti massimi di spesa sui lavori sulle singole unità immobiliari e in aggiunta sulle eventuali parti comuni, è […]

read more

Incognita fotovoltaico per il nuovo meccanismo

Nel nuovo modello Ccire (software Comunicazione cessione crediti ), da inviare alle Entrate per comunicare le cessioni dei crediti o gli «sconti in fattura» per le detrazioni Irpef o Ires, generate da interventi su singole unità immobiliari (antisismici o sul risparmio energetico), non è possibile comunicare gli sconti in fattura per l’ecobonus «non qualificato», come […]

read more

E-fatture differite: c’è tempo fino al 15 settembre

Le aziende di servizi e i professionisti possono “andare in ferie” ed evitare almeno nel periodo di chiusura di controllare ogni 12 giorni gli estratti conto bancari, con la scelta di emettere l’e-fattura differita entro il 15 settembre. Lo stesso vale per chi vende beni, che può evitare la fattura immediata, da inviare al Sdi […]

read more

Versamento cumulativo per il carburante che si prevede di estrarre

Via libera al versamento cumulativo dell’Iva stimata sul carburante che si prevede di immettere al consumo o estrarre dai depositi fiscali e dai depositi di destinatari registrati. Inoltre, le prestazioni rese all’interno del deposito, relative ai prodotti in giacenza, devono essere fatturate al committente senza addebito dell’Iva, in quanto, in caso di immettere o di […]

read more

Lo sconto in fattura parte subito – Comunicazione dal 16 ottobre

Via libera dal 16 ottobre 2019 al 28 febbraio 2020 alle comunicazioni all’agenzia delle Entrate dei trasferimenti, avvenuti dopo il 1° maggio 2019, dei crediti d’imposta ai fornitori dei lavori per il risparmio energetico qualificato e per le misure antisismiche, attraverso l’applicazione dello sconto sul corrispettivo dovuto di pari importo del credito trasferito (cioè senza […]

read more

Il documento sugli omaggi viaggia sempre nello Sdi

La fattura elettronica emessa per omaggi a se stessi (ex autofattura), come quella emessa per autoconsumo, deve essere sempre inviata allo Sdi, anche se, come confermato dalla Faq 139 delle Entrate del 19 luglio, i dati del cedente/prestatore vanno inseriti non solo nella sezione «Dati del cedente/prestatore», ma anche in quella «del cessionario/committente». Così facendo, […]

read more

Casse, contributo integrativo dalla Pa allineato al privato

L’aumento del contributo integrativo dei biologi dal 2% al 4%, quando il committente è una Pubblica amministrazione, si deve applicare a tutti gli incassi ricevuti dallo scorso primo luglio 2019. Quello dal 2% al 5% dell’integrativo dei periti industriali verso la Pa, invece, si applica agli incassi ricevuti dal 25 febbraio 2019. Infine, per gli […]

read more

Casse, la proroga Isa ridisegna le scadenze

Sono già molte le Casse che hanno prorogato le scadenze dell’invio delle dichiarazioni previdenziali e/o del pagamento dei relativi contributi soggettivi e integrativi, a causa della proroga al 30 settembre 2019 di tutti i termini dei versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi e Irap (oltre che dell’Iva annuale), che scadono dal 30 giugno al 30 […]

read more

Professionisti ammessi al Fondo delle vittime di mancati pagamenti

Via libera all’estensione ai professionisti della platea dei soggetti beneficiari dei finanziamenti agevolati (con un tasso d’interesse pari allo zero%), erogati grazie al Fondo per il credito alle vittime di mancati pagamenti, istituito nel 2016, presso il ministero dello Sviluppo economico, ai sensi dell’articolo 1, commi da 199 a 202, della legge 208/15. In particolare, […]

read more

Il risparmio energetico è cedibile al socio

Il socio di una società di persone che ha sostenuto le spese per i lavori per il risparmio energetico «qualificato» può cedere la propria quota di detrazione ricevuta per trasparenza dalla società a un altro socio. Il chiarimento è arrivato ieri con la risposta delle Entrate 303. Tra i cessionari dei crediti d’imposta sui lavori […]

read more

Bonus fiscali sui lavori edilizi: sette vie per cedere il credito

L’approvazione definitiva del decreto crescita ha aggiunto dal 30 giugno 2019 la possibilità di cedere ai «fornitori dei beni e servizi» (anche non alla pari) il credito d’imposta relativo alla detrazione sui lavori per il risparmio energetico «non qualificato» dell’articolo 16-bis, comma 1, lettera h) del Tuir. Inoltre, per tutti gli interventi antisismici e di […]

read more

Ricostruzione con volumetria ridotta, via libera anche al bonus mobili

Tra i cessionari dei crediti d’imposta sui lavori edili non vi può essere un semplice conduttore di un’unità immobiliare dell’edificio ristrutturato. Via libera, invece, al bonus-mobili dopo la demolizione e ricostruzione dell’immobile, con riduzione della volumetria. Sono queste alcune delle risposte dell’agenzia delle Entrate sulla fiscalità della casa.   Cessionario conduttore di unità dell’edificio ristrutturato […]

read more

Bonus lavori anche senza Cila ma serve una dichiarazione

Per beneficiare della detrazione Irpef del 50% sui lavori edili è necessario presentare la Scia o la Cila, se richieste dalla normativa urbanistica. Inoltre, si può comperare, con il bonus del 50%, singole unità immobiliari di interi fabbricati, anche se sono stati ristrutturati da imprese edili che hanno appaltato a terzi i lavori. Sono questi […]

read more

Possibile passare il beneficio una sola volta

Le differenze tra il trasferimento tramite lo sconto e la «cessione» del credito vanno ben comprese per non sbagliare nel calcolo della convenienza. La principale differenza tra il nuovo metodo di trasferimento della detrazione fiscale tramite lo sconto praticato dal fornitore al contribuente/beneficiario e i vecchi metodi di «cessione» del credito d’imposta, sta nel fatto […]

read more

Ecobonus, il credito fiscale con sconto diretto dal fornitore

Dal 1° maggio 2019, in alternativa alla detrazione diretta o alla «cessione» del credito con possibile sconto sul prezzo di cessione, i beneficiari delle detrazioni sul risparmio energetico «qualificato» e sulle misure antisismiche (assoluta novità per quelle del 50-70-80% dell’articolo 16, commi 1-bis, 1-ter e 1-quater, DL 63/2013) possono optare per un contributo di pari […]

read more

«Successiva cessione» a maglie larghe

Per la cessione del credito d’imposta sulle detrazioni per il risparmio energetico «non qualificato» dell’articolo 16-bis, comma 1, lettera h) del Tuir, ai «fornitori dei beni e servizi necessari alla realizzazione degli interventi», applicabile dallo scorso 30 giugno, il fornitore dell’intervento, se cessionario del primo trasferimento, a sua volta, ha la «facoltà di cedere il […]

read more

Bonus energia del 50% cedibile anche per lavori «non qualificati»

Dal 30 giugno 2019 anche le detrazioni Irpef del 50% sugli interventi per il risparmio energetico «non qualificato» (per esempio, per gli impianti fotovoltaici o i condizionatori con pompa di calore) possono essere cedute ai «fornitori dei beni e servizi necessari alla realizzazione degli interventi». A prevederlo è l’articolo 10, comma 3-ter, del Dl 63/2013 […]

read more

Le Casse si allineano ai termini lunghi delle dichiarazioni

Le Casse di previdenza si allineano alla proroga delle dichiarazioni per evitare ai professionisti un doppio calcolo del reddito, prima per la Cassa – necessario a quantificare i contributi – e dopo per il Fisco. Quest’anno, infatti sono slittati al 30 settembre 2019 tutti i termini dei versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi e Irap […]

read more

All’Agenzia i dati delle vendite online

Tramite marketplace, i portali che facilitano le «vendite a distanza» di beni importati o di beni già all’interno della Ue dovranno comunicare alle Entrate trimestralmente i dati dei fornitori dei beni ceduti. In particolare, i soggetti passivi che, gestendo «un’interfaccia elettronica, quale un mercato virtuale» (marketplace), «una piattaforma, un portale o mezzi analoghi», facilitano le […]

read more

Invio delle lettere d’intento senza indicazione nei registri

  Stop all’annotazione nei registri Iva del protocollo della dichiarazione d’intento ricevuta da parte delle Entrate e unificazione della disciplina sanzionatoria dell’intera materia. Sono queste alcune delle novità che dal prossimo anno interesseranno le dichiarazioni (anche dette lettere) di intento emesse dagli esportatori abituali, a seguito della modifica dell’articolo 1, comma 1, lettera c), del […]

read more

Ecobonus, cessione da comunicare entro il 12 luglio

Entro venerdì 12 luglio 2019 vanno comunicate alle Entrate le cessioni effettuate (anche quest’anno) dei crediti generati nel 2018, da tutti i contribuenti Irpef (capienti o meno) o Ires, per le spese sostenute nel 2018 per gli interventi sul risparmio energetico «qualificato» agevolati al 50% o al 65% su singole unità. Presentazione modulo Il modulo […]

read more

E-fatture, anche le partite Iva ammesse alla consultazione

Via libera fino al 31 ottobre 2019 all’adesione «a regime» al servizio di «Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici», emesse e ricevute attraverso il Sistema di interscambio. Il servizio, che sarà «a regime» dal 1° novembre 2019, ha subito delle modifiche a seguito delle indicazioni del Garante privacy del 16 […]

read more

Fonti rinnovabili, cedibile la detrazione del 50%

Dal 30 giugno anche le detrazioni Irpef del 50% sugli interventi per il risparmio energetico «non qualificato» (come gli impianti fotovoltaici o i condizionatori con pompa di calore) possono essere cedute ai fornitori dei beni e servizi necessari alla realizzazione degli interventi. A prevederlo è l’articolo 10, comma 3-ter, del Dl 34/2019 (decreto crescita), introdotto […]

read more

Lo «sfasamento» diventa la regola

Per le fatture elettroniche immediate predisposte, quindi numerate progressivamente, in data successiva rispetto alla data di effettuazione dell’operazione (comunque, a regime, entro 12 giorni da quest’ultima), la data dell’operazione, cioè la data della fattura (campo «Data» della sezione «Dati Generali» del file xml), può essere precedente rispetto a quella di una fattura con un numero […]

read more

Data dell’operazione nell’e-fattura immediata

Anche dal 1° luglio 2019, la data della fattura elettronica immediata deve essere «sempre e comunque» quella di effettuazione dell’operazione e non quella di predisposizione o «emissione/trasmissione della fattura» al Sistema di interscambio, operazioni che possono essere effettuate entro i 12 giorni successivi (grazie alle novità della conversione del decreto crescita, che li ha aumentati […]

read more

Professionisti, aumenta il dettaglio

Anche negli Isa dedicati ai professionisti, nel quadro G relativo ai dati contabili viene richiesto un maggior dettaglio delle informazioni. Ad esempio, nel rigo G12 degli Isa vengono richiesti ben 6 dettagli di dati, rispetto ai soli 2 previsti nello stesso rigo G12 degli studi di settore. REDDITO O PERDITA FINALE Come accadeva per gli […]

read more

Dati contabili sempre aggiornati alle variazioni di natura fiscale

IL QUESITO Un’impresa come compila il quadro degli Isa dedicato ai dati contabili? ————– Nei modelli Isa per l’anno d’imposta 2018 sono richieste informazioni di natura contabile ed extracontabile. I dati contabili devono essere inseriti, come per gli studi di settore relativi al 2017, nei quadri F e G, dedicati rispettivamente alle attività esercitate in […]

read more

Negli Isa ricavi e compensi extracontabili

I tempi lunghi della pubblicazione del software per l’applicazione degli Isa rende necessario il rinvio del termine per il versamento delle imposte risultanti dalla dichiarazione (Irpef, Ires, Irap), come del resto avveniva in passato per gli studi di settore. Il decreto ministeriale di prossima emanazione prevedrà il rinvio del primo termine dal 1° al 22 […]

read more

Fatture semplificate, la soglia sale a 400 euro

Via libera all’aumento da 100 a 400 euro dell’ammontare massimo complessivo delle fatture semplificate, cioè quelle che possono essere emesse senza l’importo dell’imponibile Iva e senza il «nome» e la «sede» del cessionario/committente. A prevederlo è il decreto del Mef 10 maggio 2019, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale di ieri e immediatamente in vigore. Nella fattura […]

read more

Dal nido all’università bonus al 19 per cento

Le detrazioni Irpef del 19% per le spese legate all’istruzione seguono la crescita dei cittadini dal nido all’università. Gli sconti si applicano a più momenti della formazione come, ad esempio, il pagamento delle rette, le attività sportive, i costi dovuti a disturbi specifici di apprendimento, le spese per l’università. Tutte queste spese – sostenute nel […]

read more

Sismabonus convertibile in sconto del fornitore

Via libera, nel decreto crescita, al trasferimento del credito d’imposta al fornitore dei lavori, tramite applicazione dello sconto alla pari, anche per la detrazione Irpef o Ires del 50% sulle misure antisismiche riferite a costruzioni adibite ad abitazione o ad attività produttive e per quella del 70% sulle misure antisismiche da cui derivi una riduzione […]

read more

Spesometro, fatture su carta censite dal prestatore

Con l’invio dello spesometro del secondo semestre 2018, in scadenza martedì 30 aprile, potremo dire addio a questo adempimento introdotto nel 2017 e sostituito dal 1° gennaio 2019 con l’esterometro (in scadenza la stessa data, relativamente ai primi tre mesi del 2019) e con le fatture elettroniche da inviare tramite il Sistema di interscambio. Il […]

read more

Blocco preventivo dell’F24 per consentire i controlli

Negli ultimi anni si è assistito a continue modifiche legislative per cercare di limitare l’utilizzo di crediti non spettanti o inesistenti in F24. L’ultima in ordine di tempo è operativa dallo scorso 29 ottobre 2018 e riguarda la possibilità da parte dell’agenzia delle Entrate di sospendere, per un massimo di 30 giorni, l’esecuzione degli F24 […]

read more

Ecobonus, arriva il nuovo modulo per la cessione

Dal 7 maggio al 12 luglio 2019 sarà possibile presentare all’agenzia delle Entrate la comunicazione delle cessioni dei crediti d’imposta del 50% o del 65%, generati dalle spese sostenute nel 2018 per gli interventi sul risparmio energetico «qualificato» su singole unità immobiliari. A prevederlo è l’atteso provvedimento attuativo (prot. 100372) pubblicato ieri, secondo il quale […]

read more

Fatture per reverse charge interno- E-Fattura 24

Per gli acquisti in reverse charge interno, per i quali l’operatore Iva italiano riceve una fattura elettronica riportante la natura N6, regime di inversione contabile, dovrebbe essere effettuata un’integrazione della fattura ricevuta con l’aliquota e l’imposta dovuta e la conseguente registrazione della stessa, sia nel registro degli acquisti, che in quello delle vendite, ma questa […]

read more

Autofattura in xml solo per la regolarizzazione – E-Fattura 24

Dal 1° gennaio 2019, l’unica «autofattura elettronica» in formato xml che può essere inviata al SdI è quella per la regolarizzazione delle fatture passive irregolari o non pervenute (articolo 6, comma 8, lettere a e b, decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 471; risposte 1.8 e 2.4 delle Entrate all’evento del Cndcec del 15 gennaio […]

read more

E-fattura, stop alle deleghe via Pec dal 31 maggio

Dal 31 maggio gli intermediari non potranno più presentare via Pec all’agenzia delle Entrate le deleghe a loro stessi per l’utilizzo dei «servizi di fatturazione elettronica» dei propri clienti. A prevederlo il provvedimento delle Entrate di ieri (prot. n. 96618/2019), che ha eliminato una delle quattro modalità di invio, previste dal provvedimento del 5 novembre […]

read more

Codici natura e note di accredito, gli errori più frequenti nell’e-fattura

Note di accredito con segno negativo o fatture per le schede prepagate dei cellulari con codice natura N5, al posto di N2. Sono questi due errori frequenti che si commettono nell’emissione delle fatture e che sono più evidenti dal 1° gennaio 2019, con l’introduzione dell’obbligo della fattura elettronica tra privati. Note di accredito positiva Fino […]

read more

Fattura elettronica, parte il software per il calcolo del bollo

Da ieri nell’area riservata dell’agenzia delle Entrate è possibile calcolare l’imposta di bollo da due euro che è stata applicata nelle fatture elettroniche emesse nel primo trimestre 2019, per operazioni non soggette a Iva per importi superiori a 77,47 euro. Dal sito, poi, è possibile prelevare il modello F24 già compilato con il nuovo codice […]

read more

Il credito ecobonus si può cedere solo all’impresa

La nuova modalità di «trasferimento» delle detrazioni tramite lo sconto da parte del fornitore, che verrebbe introdotta dal decreto crescita (e che si affianca a quella ordinaria della «cessione»), non permette di trasferire il bonus a soggetti diversi rispetto al fornitore/prestatore degli interventi e non consente un ulteriore trasferimento del credito d’imposta da parte del […]

read more

Bonus lavori, arriva la cessione al fornitore con sconto fisso

Imprese favorite con tempi di recupero fiscale dimezzati e nuove possibilità per la rigenerazione urbana. Nel decreto crescita sono previsti diversi interventi che vanno a sostenere il settore edilizio e impiantistico, con un occhio di riguardo alle scelte di sicurezza e risparmio energetico. Stando alla bozza approvata giovedì scorso dal Consiglio dei ministri diventa più […]

read more

Tra «sconti» e rottamazione fino a 6mila euro di contributo

A chi acquista (anche in leasing) e immatricola in Italia, dal 1° marzo 2019 e fino al 31 dicembre 2021, un veicolo di categoria M1 (un’auto, un pullmino, un camper e altro) «nuovo di fabbrica», con un prezzo da listino ufficiale inferiore a 50.000 euro, Iva esclusa, è riconosciuto un contributo statale di 4.000 euro […]

read more

Il contratto depositato dopo non toglie bonus

Via libera al credito d’imposta per la formazione nelle tecnologie previste dal Piano nazionale Industria 4.0, anche per le spese sostenute prima del deposito del contratto collettivo aziendale o territoriale all’Ispettorato del lavoro, se questo avviene entro la fine dell’anno di sostenimento delle spese. A chiarirlo l’agenzia delle Entrate con la risposta n. 79 di […]

read more

Tra «sconti» e rottamazione fino a 6mila euro di contributo

A chi acquista (anche in leasing) e immatricola in Italia, dal 1° marzo 2019 e fino al 31 dicembre 2021, un veicolo di categoria M1 (un’auto, un pullmino, un camper e altro) «nuovo di fabbrica», con un prezzo da listino ufficiale inferiore a 50.000 euro, Iva esclusa, è riconosciuto un contributo statale di 4.000 euro […]

read more

Aggiornato il modello Tr con le novità sui gruppi Iva

Dalla richiesta di rimborso o compensazione Iva relativa al primo trimestre 2019 si dovrà utilizzare il nuovo modello Iva Tr, approvato con provvedimento del 19 marzo, n. 64421, che ha aggiornato il precedente, per tenere conto dell’aggiunta tra i soggetti passivi anche dei gruppi Iva e dell’introduzione degli indici sintetici di affidabilità fiscale. Per il […]

read more

La sentenza guida la ritenuta del legale

Se onorario, rimborsi spese e contributo previdenziale integrativo dell’avvocato di parte vittoriosa sono pagati dalla parte soccombente, perché il giudice ha disposto la «distrazione» in suo favore, la ritenuta d’acconto del 20% va versata all’Erario con l’F24 dal soccombente stesso e non dal cliente del difensore. Ma se il legale non è «distrattario», ma richiede […]

read more

Visto unico per compensazioni e rimborsi

L’apposizione del visto di conformità o della sottoscrizione alternativa dell’organo di controllo sulla dichiarazione annuale Iva (come sul modello Tr) è unica e ha effetto sia per le compensazioni orizzontali oltre i 5mila euro annui, sia per i rimborsi superiori a 30milaeuro. In generale, per i rimborsi Iva fino a 30mila euro non serve apporre […]

read more

Con la dichiarazione Iva detraibili le fatture in ritardo

Con la dichiarazione Iva annuale 2019, relativa al 2018, il cui saldo a debito scade lunedì 18 marzo 2019, è ancora possibile detrarre l’Iva delle fatture passive del 2016, per operazioni effettuate nel 2016, anche se ricevute successivamente a tale data. Via libera anche allo scomputo dell’Iva delle fatture relative a operazioni passive effettuate nel […]

read more

Partita Iva chiusa solo dopo l’incasso dell’ultima fattura

Gli eredi del professionista che non ha emesso le fatture per mancato incasso del corrispettivo (o le ha emesse con esigibilità differita, ma manca l’incasso) devono mantenere la partita Iva aperta oppure devono emettere le fatture e versare la relativa Iva. Sono queste le conclusioni dell’agenzia delle Entrate nella risoluzione n. 34 di ieri. Esigibilità […]

read more

L’accorpamento di unità immobiliari moltiplica i bonus

In caso di unione di due unità immobiliari, il limite di spesa dei 10mila euro per il bonus mobili è raddoppiato, come accade per i limiti di spesa degli altri bonus edilizi. È questo uno dei tanti chiarimenti forniti ieri dall’agenzia delle Entrate con le risposte 61, 62 e 64. Se alla fine dei lavori […]

read more

Fattura, quietanza o ricevuta Pos così si sostituisce lo scontrino

Dal 1° gennaio 2019 i minimi e i forfettari possono continuare a «certificare i corrispettivi», utilizzando le fatture fiscali pre-numerate. Questi soggetti, se obbligati a certificare i corrispettivi, saranno obbligati dal 1° gennaio 2020 all’invio telematico dei corrispettivi giornalieri e al rilascio del relativo «documento commerciale», cartaceo o elettronico (articolo 2, comma 1, Dlgs 127/2015 […]

read more

La pensione di 50mila euro non preclude l’accesso al forfettario

Il Forum di Telefisco Iniziamo la pubblicazione delle prime risposte ai quesiti che i lettori hanno inviato la Forum di Telefisco 2019. Sono oltre 2200 le domande arrivate; e più della metà riguardano il regime forfettario, seguito dalla fatturazione elettronica e dalla pace fiscale. FATTURA ELETTRONICA 3 Come cointestare la fattura B2C Come si compila […]

read more

Detrazione Iva «allargata» anche per i trimestrali

Anche per i contribuenti che hanno optato per la liquidazione Iva trimestrale, l’Iva si detrae nel trimestre di esigibilità della stessa se la fattura perviene entro il 15 del secondo mese successivo al trimestre di riferimento. Il chiarimento di ieri delle Entrate estende ai trimestrali, quindi, quanto stabilito dalla norma solo per i contribuenti mensili […]

read more

E-fattura immediata con data di effettuazione

Tra le problematiche più frequenti di questa primo periodo di introduzione dell’obbligo della fattura elettronica vi è la compilazione del campo «Data» del file Xml da inviare allo Sdi. L’agenzia delle Entrate all’evento promosso dal Consiglio nazionale dei dottori commercialisti del 15 gennaio (si veda anche «Il Sole 24 Ore» di ieri) ha chiarito che […]

read more

Consulenze Industria 4.0, contributo per le Pmi

Durerà due anni il nuovo contributo a fondo perduto per le Pmi che si avvarranno di consulenze per l’Impresa 4.0, l’ammodernamento gestionale e organizzativo o l’accesso ai mercati finanziari e dei capitali, prestate da manager o società di consulenza, iscritti presso un apposito elenco che verrà istituito presso il Mise. A prevederlo è l’articolo 1, […]

read more

Credito d’imposta dipendenti prorogato per tutto il 2019

Via libera dalla legge di Bilancio 2019 alla proroga a tutto il 2019 del credito d’imposta per il “costo aziendale del personale dipendente” impegnato in attività di formazione nelle tecnologie previste dal Piano nazionale industria 4.0 e applicate negli ambiti elencati nell’allegato A della legge 205/17, come già previsto per il 2018 dall’articolo 1, commi […]

read more

Commissioni benzinai, ok al codice tributo

Via libera al codice tributo 6896 da utilizzare per compensare in F24 il credito d’imposta del 50% sulle commissioni addebitate dal 1° luglio 2018 sugli incassi con le carte di credito agli esercenti di impianti di distribuzione di carburante. Il codice è stato introdotto dalla risoluzione 14 gennaio 2019, n. 3/E. L’agevolazione è riservata agli […]

read more

Autotrasportatori, integrativa per la deduzione maggiorata

Le deduzioni forfetarie sulle spese non documentate per i trasporti di merci per conto di terzi nel periodo d’imposta 2017 sono rimaste invariate rispetto a quelle previste per il 2016. A prevederlo è il comunicato stampa di ieri del ministero dell’Economia che ha cancellato la riduzione stabilita dal comunicato stampa delle Entrate del 16 luglio […]

read more

Revisori nelle Srl più imparziali se estratti a sorte

Come accade oggi per la scelta dei componenti degli organi di revisione economico-finanziaria degli enti locali, anche nel settore privato la nomina mediante estrazione a sorte dei componenti degli organi di controllo delle società potrebbe garantire una maggiore indipendenza e imparzialità nello svolgimento dell’incarico. Attualmente, lo schema del decreto legislativo contenente il Codice della crisi […]

read more

Lavori in casa, mobili e giardini: riparte la stagione dei bonus fiscali

Recupero edilizio, riqualificazione energetica, acquisto di arredi, sistemazione del verde di giardini e balconi. Chi ha rinviato al 2019 le spese per i lavori in casa, o deve ancora concludere (e pagare) interventi già avviati nel 2018, può star tranquillo: la legge di Bilancio ha prorogato di un anno l’accesso ai bonus in scadenza lo […]

read more

Regime forfettario, entro il 28 febbraio l’opzione-contributi

Il termine per comunicare all’Inps la fuoriuscita dell’artigiano o del commerciante dal regime contributivo agevolato previsto per i forfettari è stato posticipato dal 31 dicembre dell’anno precedente al ripristino del regime ordinario al 28 febbraio dell’anno per il quale si richiede il ripristino del regime ordinario. A renderlo noto è stato l’Inps con il messaggio […]

read more

Il cliente straniero

È possibile utilizzare la fattura elettronica anche per un cliente/azienda straniero valorizzando Codice destinatario con XXXXXXX? Anche in caso di cliente straniero, è obbligatorio valorizzare partita Iva o il codice fiscale e quindi, uno di questi dati va richiesto al cliente? Se si inserisce nel campo Codice destinatario XXXXXXX, la fattura in xml inviata al […]

read more

Formazione 4.0, bonus su misura

La legge di Bilancio 2019 proroga a tutto il prossimo anno il credito d’imposta sul “costo aziendale” dei dipendenti impegnati nella formazione sulle tecnologie previste dal Piano nazionale industria 4.0 e applicate negli ambiti elencati nell’allegato A della legge 205/2017, come già previsto per il 2018 dall’articolo 1, commi da 46 a 56 della legge […]

read more

Bonus del 50% per la demolizione con ricostruzione in un’area diversa

Sono detraibili le spese sostenute per la demolizione e la ricostruzione di un fabbricato con la stessa volumetria, anche se la sagoma è diversa e il nuovo fabbricato viene spostato «di lieve entità rispetto al sedime originario». La conferma è arrivata dalle Entrate ieri, con la risposta n. 131. Sempre ieri, con la risposta n. […]

read more

Spese di trasferta con ricevuta o scontrino in attesa di e-fattura

Complicazioni in vista per le aziende relativamente alla deduzione e detrazione delle spese sostenute dai loro lavoratori in trasferta. Dal 1° gennaio, i dipendenti che utilizzano il rimborso analitico o misto in base all’articolo 51, comma 5 del Testo unico delle imposte sui redditi (Dpr 917/1986), potranno avere qualche difficoltà nell’ottenere la fattura elettronica per […]

read more

Confermati tutti i bonus sulla casa

Via libera alla proroga per il 2019 di tutte le detrazioni fiscali che riguardano il recupero del patrimonio edilizio, l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, la realizzazione e manutenzione straordinaria di giardini e gli interventi di risparmio energetico qualificato. La conferma arriva dall’ultima versione del maxi-emendamento alla Legge di bilancio 2019. Gli interventi, per i […]

read more

Per le auto a uso promiscuo le tariffe 2019 per i benefit

Via libera alle tariffe annuali dei costi chilometrici di esercizio delle autovetture e dei motocicli, elaborate dall’Aci e necessarie per calcolare nel 2019 il fringe benefit che deve essere tassato a Irpef e Inps in capo ai dipendenti (o amministratori) per l’utilizzo personale dellle autovetture aziendali a loro assegnate. Gli aumenti arrivano al 2% ma […]

read more

E-fattura al posto della ricevuta contestuale alla consegna del bene

Dal 1° gennaio 2019, se ai soggetti obbligati a certificare i corrispettivi verrà chiesto di emettere la fattura, «in sostituzione» dello scontrino o della ricevuta fiscale, l’invio della fattura elettronica allo Sdi dovrà essere contestuale alla «consegna del bene o all’ultimazione della prestazione» e non entro le ore 24 del giorno di effettuazione dell’operazione, come […]

read more

Come si accede ad app e software delle Entrate?

Per predisporre il file Xml della e-fattura da trasmettere allo Sdi, l’agenzia delle Entrate ha reso disponibili gratuitamente una procedura web, denominata «Fatture e corrispettivi», un software da installare sul pc ovvero un’app per cellulari. Se non si è in grado di utilizzare questi servizi gratuiti (o un software privato di terzi, a pagamento) è […]

read more

Redditi e 770 inviati dall’intermediario anche non firmati

Solo i contribuenti e i sostituti d’imposta devono conservare, rispettivamente, la dichiarazione dei redditi e il 770, dopo averli sottoscritti, mentre questa firma non è obbligatoria per le copie delle dichiarazioni trasmesse dagli intermediari abilitati, se sono conservate su carta o su supporto informatico e sono riproducibili su modello conforme a quello approvato (risoluzioni 18 […]

read more

Anche la fattura «last minute» nel calcolo se l’Iva è esigible

IL QUESITO Come cambia il calcolo delle liquidazioni con le modifiche alla detrazione Iva? L’Iva delle fatture relative a operazioni “effettuate” a novembre 2018, datate novembre 2018 (o dal 1° novembre al 15 dicembre 2018, se differite), potrà essere detratta nella liquidazione Iva di novembre 2018, da effettuare entro il 17 dicembre 2018 (il 16 […]

read more

L’e-fattura per i non residenti può dribblare l’esterometro

Se per evitare l’esterometro si deciderà di inviare la fattura elettronica a un soggetto non residente, ma identificato in Italia, e questo non ha una propria Pec o un codice destinatario, è possibile inserire nel campo «codice destinatario» dell’Xml il valore predefinito «0000000». Venendo riportato in fattura il numero di partita Iva italiano del cliente, […]

read more

Senza detrazione più conveniente il metodo storico

IL QUESITO C’è un sistema più vantaggioso per il calcolo dell’acconto Iva del 27 dicembre? ————— Quest’anno, per l’acconto Iva, relativo all’ultimo mese o trimestre del 2018, in scadenza il prossimo 27 dicembre, aumenta la convenienza del metodo storico (88% dell’importo dell’ultima liquidazione dell’anno precedente), rispetto a quello previsionale (almeno l’88% di quanto sarà effettivamente […]

read more

Fattura elettronica, codici diversi per operazioni esenti e fuori campo

Anche il prossimo anno, non sarà obbligatoria l’emissione delle fatture con Iva esclusa, ad esempio, per addebitare gli interessi di mora, le penalità o i rimborsi spese anticipati in nome e per conto della controparte, ovvero l’emissione di quelle non soggette a Iva o fuori campo Iva ( risposte delle Entrate al videoforum del Sole […]

read more

Bonus a rischio senza l’avviso all’Enea

La nuova comunicazione all’Enea degli interventi di risparmio energetico non qualificato e dei grandi elettrodomestici, detraibili dall’Irpef al 50% (si veda «Il Sole 24 Ore» del 22 novembre) è stata introdotta ai fini del monitoraggio e della valutazione del risparmio energetico conseguito. Tuttavia, cosa succede se si omette la comunicazione? La norma istitutiva prevede infatti […]

read more

Servizi immobiliari, rilevanti anche quelli accessori fatturati a committenti extra Ue

Per l’attività di “messa a disposizione di luoghi”, non solo i servizi “obbligatori” a questa operazione principale, ma anche quelli “aggiuntivi” (cioè facoltativi, “solo a richiesta del cliente”), sono considerati accessori alla prestazione principale, quindi, territorialmente rilevanti in Italia, ai sensi dell’articolo 7-quater, comma 1, lettera a), dpr 633/1972, anche se fatturati a committenti soggetti […]

read more

Riferimento normativo obbligatorio

Nelle fatture elettroniche senza Iva l’indicazione della natura dell’operazione non esonera dall’inserimento della specifica norma comunitaria o nazionale di riferimento (nell’elemento “RiferimentoNormativo”), in quanto questa informazione, oltre ad essere indispensabile al cessionario/committente per la registrazione della fattura passiva e per la compilazione della dichiarazione annuale Iva, è obbligatoria sia in base al Dpr 633/1972, sia […]

read more

Fattura elettronica – Gli «altri dati» nei campi facoltativi

Oltre ai dati obbligatori della fattura, previsti dalla normativa Iva, e all’indirizzo telematico del cessionario o del committente (codice destinatario e Pec, per i quali si rimanda alla tabella a lato), vi sono molte altre informazioni obbligatorie da indicare nelle fatture elettroniche, derivanti dal Codice civile, dalla normativa sugli esportatori abituali, sugli imballaggi, sui trasporti, […]

read more

Con la Pec e-fattura anche per i consumatori

Per agevolare la ricezione della fattura elettronica da parte dei privati-consumatori finali, dei condomìni, degli enti non commerciali non titolari di partita Iva, dei minimi e dei forfettari, l’agenzia delle Entrate ha chiarito che questi soggetti potranno decidere di ricevere le fatture elettroniche emesse dai loro fornitori, comunicando a questi ultimi, ad esempio, “un indirizzo […]

read more

Crollo del ponte Morandi, aiuto finanziario agli studi

Via libera nel decreto Genova a un’indennità una tantum di 15mila euro per le imprese e i professionisti che sono stati costretti a sospendere l’attività a causa del crollo del ponte Morandi. Estensione, poi, anche ai liberi professionisti dell’agevolazione per il calo del fatturato, prevista in precedenza solo per le imprese. Sono queste alcune delle […]

read more

Detrazioni sul risparmio energetico e su interventi antisismici – Cessione anche alle agenzie di somministrazione

Via libera alla cessione dei crediti d’imposta dell’ecobonus e dei sisma-bonus anche alle “agenzie di somministrazione”, che hanno fornito personale alle imprese che hanno eseguito i lavori agevolati. Lo stesso dicasi per le imprese che partecipano ad associazioni temporanee di imprese, in cui vi sia un’altra impresa che ha eseguito i lavori agevolati. Sono questi […]

read more

Trasporto di energia con il reverse charge

Se la cessione di energia e di gas a rivenditori viene effettuata dallo stesso soggetto che trasporta questi beni, questo servizio è una prestazione accessoria rispetto alla fornitura, quindi, si applica il reverse charge, indipendentemente dal fatto che solitamente il solo trasporto viene eseguito da altri soggetti terzi con imposta sul valore aggiunto. Il chiarimento […]

read more

Detrazioni sul risparmio energetico e su interventi antisismici – Cessione, essere parenti non è sufficiente

Nei casi di cessione di crediti per il risparmio energetico qualificato o per i lavori antisismici, effettuati da contribuenti non incapienti, i cessionari possono essere i fornitori dei lavori o «altri soggetti privati», ma questi ultimi devono per forza essere «collegati al rapporto che ha dato origine alla detrazione» e questo requisito non può «ravvisarsi […]

read more

L’asseverazione tardiva blocca il sismabonus

L’asseverazione tardiva circa la riduzione di rischio sismico di 1 o di 2 classi non consente di beneficiare della detrazione fiscale per gli interventi antisismici, che a seconda dei casi va dal 70% all’85%, in quanto questo documento deve essere allegato alla Scia e va depositato presso lo sportello unico. Il chiarimento è contenuto nella […]

read more

Bonus affitti agli studenti se il disagio è oggettivo

Per individuare i Comuni montani di residenza degli studenti iscritti in università distanti almeno 50 km, ai fini della detrazione del 19% dei canoni di locazione, è necessario fare riferimento alla circolare 9/E/1993. La «situazione di disagio» del Comune di residenza, invece, va «valutata sulla base di criteri oggettivi», considerando le «vie di comunicazione». I […]

read more

Fattura elettronica – Una procura all’intermediario per abilitarsi al cassetto fiscale

I contribuenti che desiderano delegare i propri consulenti al cassetto fiscale, alla “consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche” e alla predisposizione e trasmissione al Sdi delle e-fatture dei propri clienti, possono consegnare una “procura speciale” al consulente per consentirgli di recarsi presso un qualunque ufficio dell’Agenzia per presentare il modello di conferimento delle deleghe alla […]

read more

Professionisti, contributi un po’ più cari

Continuano ad aumentare i contributi previdenziali soggettivi sui redditi professionali degli avvocati, dei ragionieri, dei periti industriali, dei biologi, dei veterinari, degli infermieri, dei medici e degli odontoiatri. Il dato emerge dall’analisi delle dichiarazioni previdenziali che devono essere presentate nei prossimi mesi, per dichiarare il reddito e il volume d’affari del 2017. Per il contributo […]

read more

Detrazioni sul risparmio energetico e su interventi antisismici – Cessione, regole estese anche al «sismabonus»

Per l’agenzia delle Entrate, le interpretazioni sulla cessione della detrazione sul risparmio energetico qualificato, contenute nella circolare 11/E/2018, sono applicabili anche agli interventi antisismici detraibili al 75% e 85%. A chiarirlo è la circolare 17/E, che non ha posto limiti alla cessione dedicata agli incapienti. Secondo la norma, per tutte e tre le possibili cessioni […]

read more

Risparmio energetico – Infissi e domotica, i nuovi tetti tagliano a metà l’ecobonus

Limiti allineati al mercato per alcune tipologie di interventi. Mentre, in altri casi, i tetti sono decisamente bassi. Con un effetto che rischia di penalizzare imprese e cittadini. La bozza di decreto del ministero dello Sviluppo economico che ritocca i parametri di riferimento degli sconti fiscali per la riqualificazione energetica è destinata a cambiare i […]

read more

Ridotte le deduzioni forfettarie per autotrasportatori

Ieri, 14 giorni dopo la scadenza del termine di pagamento dell’Irpef a saldo per il 2017, fissato al 2 luglio 2018, sono stati definiti gli importi delle deduzioni forfettarie giornaliere per gli autotrasportatori di merci per conto terzi, in contabilità semplificata o in ordinaria per opzione (non quelli in ordinaria per obbligo). In particolare, per […]

read more

Beni significativi – Ai fini del plafond il valore di riferimento è il costo

Il valore dei beni significativi installati in un intervento di manutenzione (ordinaria o straordinaria), di ristrutturazione edilizia e di risanamento e restauro conservativo su abitazioni è il “costo” sostenuto dall’installatore e non il “prezzo di vendita” addebitato dallo stesso al committente. Questa interpretazione, introdotta retroattivamente dalla legge di Bilancio 2018 e commentata dalla circolare dell’agenzia […]

read more

Beni significativi, le parti «non funzionali» restano al 10% entro il plafond del servizio

Via libera all’Iva del 10% sull’installazione di un bruciatore su una caldaia già installata, in quanto, in questo caso, non va fatta alcuna valutazione sull’autonoma funzionalità del bruciatore rispetto al bene significativo (la caldaia). Il chiarimento è contenuto nella circolare del 12 luglio 2018, n. 15/E, che ha trattato l’agevolazione dell’Iva del 10% sulle prestazioni […]

read more

Resta stabile all’8% l’interesse di mora da applicare ai ritardati pagamenti

Anche per il secondo semestre 2018 la percentuale degli interessi di mora da applicare ai ritardati pagamenti è rimasta all’8 per cento. È stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 158 del 10 luglio 2018, infatti, il comunicato del Mef che conferma allo 0% il tasso di riferimento, al quale vanno aggiunti 8 punti percentuali per […]

read more

Fattura elettronica – Per gli intermediari abilitati delega ampia sull’e-fattura

Agli intermediari abilitati alla trasmissione delle dichiarazioni fiscali basterà ricevere due deleghe su sei per interagire in modo completo tra il proprio cliente e i servizi telematici delle Entrate per l’e-fattura: quella per il cassetto fiscale e quella «ampia» per la consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici. Quest’ultima, infatti, comprende […]

read more

E-fattura, leasing e manutenzioni auto anche senza «carte»

Per l’acquisto di carburanti, l’obbligo di utilizzare strumenti di pagamento tracciabili, ai fini della detrazione dell’Iva e della deduzione del costo, dovrebbe riguardare solo «l’acquisto di carburante per autotrazione», quindi, il pagamento in contanti dovrebbe essere ancora possibile (entro i 2.999,99 euro), ad esempio, per il carburante per gli aeromobili e i natanti da diporto, […]

read more

Il bonus librerie per le spese di competenza 2017

Si dovrà attendere il 7 luglio 2018 per conoscere come inviare al ministero dei Beni culturali la richiesta di riconoscimento del credito d’imposta per le librerie e soprattutto quale documentazione, comprovante le spese, dovrà essere allegata. Va considerato, infatti, che la norma agevolativa è entrata in vigore il 1° gennaio, la domanda dovrà essere inviata […]

read more

Per gli affitti brevi l’invio dei dati 2017 slitta al 20 agosto

I dati dei contratti delle locazioni brevi, stipulate dal 1° giugno 2017 al 31 dicembre 2017, devono essere inviati alle Entrate entro il 20 agosto 2018. Il provvedimento delle Entrate di ieri (n. 123723), ha prorogato, infatti, per quest’anno la scadenza del 30 giugno. La comunicazione L’articolo 4, comma 4, del Dl 50/2017 e il […]

read more

Sconto librerie più pesante sotto 300mila euro di fatturato

Via libera al credito d’imposta per le librerie al dettaglio, che consente di coprire in parte (o anche completamente) le spese sostenute per gli affitti dei locali, l’Imu, la Tasi, la Tari, l’imposta sulla pubblicità, la tassa per l’occupazione del suolo pubblico, i contributi Inps dei dipendenti e anche le spese per il mutuo (in […]

read more

Si paga solo con modello F24 o bollettino ccp «nazionale»

Per pagare l’Imu e la Tasi, il contribuente è libero di calcolare la prima rata con le regole valide per il 2018, se il Comune le ha già deliberate. Ma non è tenuto farlo, quindi, può usare le aliquote 2017. Attenzione: l’importo minimo al di sotto del quale non si effettua alcun versamento è 12 […]

read more

Detrazioni sul risparmio energetico e su interventi antisismici – Ecobonus, cessionari solo qualificati

La cessione dei crediti fiscali per gli interventi sul risparmio energetico qualificato può essere effettuata solo ai fornitori dei lavori o ad «altri soggetti privati» che sono «collegati al rapporto che ha dato origine alla detrazione» quindi, ad esempio, ad altri contribuenti titolari delle «detrazioni spettanti per i medesimi interventi» che hanno generato la detrazione […]

read more

Diritto di superficie a tempo determinato tassato come ricavo

Il corrispettivo conseguito per la «costituzione del diritto di superficie a tempo determinato, contabilizzato secondo la maturazione contrattuale», viene tassato «come ricavo (e non come plusvalenza), così come» viene «imputato in bilancio, in coerenza con il principio di derivazione rafforzata» dell’articolo 83 del Tuir. Sono questi i chiarimenti della risoluzione 15 maggio 2018, n. 37/E. […]

read more

A pieno regime l’Ires al 24% per Spa e Srl

Con il modello Redditi SC 2018, per il 2017, diventa operativa la riduzione dal 27,5% al 24% dell’imposta sul reddito per i soggetti Ires, ma gli enti creditizi e finanziari devono pagare anche la nuova addizionale del 3,5% (oltre l’Ires del 24%). Per questi, nel riquadro «Tipo di dichiarazione» del modello Redditi SC 2018 è […]

read more

Interventi antisismici, spese agevolate fino a 96mila euro

Le nuove detrazioni Irpef, introdotte dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021, per gli interventi antisismici sono state recepite dal modello Redditi PF 2018, relativo al 2017. Il limite di spesa è di 96mila euro per unità immobiliare e il relativo bonus consiste in una detrazione che va a diminuire l’Irpef dovuta. La riduzione, […]

read more

La stampa dei registri segue Redditi

La scadenza di domani 30 aprile 2018 dell’invio della dichiarazione Iva 2018, non comporta l’anticipazione alla fine di luglio 2018 della stampa o della conservazione sostitutiva dei registri Iva del 2017 e dell’archiviazione digitale delle fatture elettroniche emesse nel 2017. L’agenzia delle Entrate, infatti, ha chiarito che, per uniformità del sistema, questi adempimenti sui documenti […]

read more

Dichiarazione Iva, i righi da V1 a V13 recuperano la detrazione con il sezionale

Per un’operazione effettuata e con Iva esigibile nel 2017, per la quale la fattura è stata emessa nel 2017 e ricevuta dal cessionario o dal committente entro il 31 dicembre 2017, ma non è stata registrata da quest’ultimo nel 2017 (ad esempio, per una dimenticanza o perché in contestazione), l’unico metodo per detrarre ancora la […]

read more

Il modello Iva regolarizza il plafond

L’esportatore abituale può regolarizzare l’acquisto di beni e servizi, senza applicazione dell’Iva oltre il limite del plafond disponibile, in tre modi: chiedendo al cedente di emettere una nota di variazione in aumento dell’Iva ovvero emettendo le autofatture, con apposite registrazioni nella dichiarazione Iva da trasmettere entro il 30 aprile o nella liquidazione periodica Iva. La […]

read more

Chi accetta con il «fai-da-te» evita i controlli

Conseguenze diverse in caso di omissioni o errori per chi trasmetterà il modello 730 con il «fai-da-te» o ricorrendo a un Caf o professionista abilitato. In quest’ultima circostanza, infatti, con un controllo formale delle Entrate sui documenti relativi agli oneri deducibili e detraibili non forniti da soggetti terzi ma inseriti manualmente nella dichiarazione, le sanzioni […]

read more

Import auto tracciato anche ai privati

Dal 5 aprile anche i privati consumatori (non soggetti passivi Iva) che acquistano autoveicoli, motoveicoli e rimorchi, nuovi o usati, in altri Paesi Ue devono comunicare alla Motorizzazione i dati riepilogativi di questi acquisti. Come fanno dal 3 dicembre 2007 solo imprese e professionisti. In alcuni casi gli operatori eludevano queste disposizioni antifrode facendo figurare […]

read more

Digitalizzazione Pmi, dal 14 settembre le richieste di voucher

Gli investimenti per la digitalizzazione delle Pmi possono essere effettuati dal 14 marzo 2018 dalle imprese elencate nel Dm Sviluppo economico del 14 marzo 2018, il quale però non ha ancora stabilito l’importo dei voucher assegnabili alle singole imprese ammesse. In attesa di questo provvedimento, il Mise, con decreto del 29 marzo 2018, ha stabilito […]

read more

Microcogenerazione, bonus limitato

È operativo da ieri il sito gestito dall’Enea ( www.finanziaria 2018.enea.it ) per la trasmissione dei dati relativi agli interventi sul risparmio energetico qualificato, conclusi dal primo gennaio 2018, che possono beneficiare delle detrazioni Irpef e Ires del 50% (ad esempio, per le finestre comprensive di infissi, per le schermature solari o gli impianti con […]

read more

Bonus casa, schede in stand by

Il nuovo adempimento per i bonus fiscali in edilizia prenderà corpo ma non sarà una cosa immediata. E il rischio che possa coinvolgere masse enormi di contribuenti sembra, in parte, scongiurato (si veda il Sole 24 Ore di ieri). «Il fine – spiega Domenico Prisinzano, coordinatore della task force Enea sulle detrazioni fiscali – è […]

read more

Nella «scheda» niente Ape Redazione anche fai da te

Non dovrebbe comprendere anche l’Ape la nuova comunicazione da inviare all’Enea, introdotta dalla legge di Stabilità 2018, per tutti gli interventi sul recupero del patrimonio edilizio, quelli antisismici speciali e il bonus mobili. Nella risposta dell’Enea al Comune di Palagiano, infatti, si parla solo di «scheda da inviare» e non dell’attestato di prestazione (o di […]

read more

Strumenti musicali con bonus 2018

Dal 26 marzo prossimo e fino alla fine del 2018, gli studenti iscritti a licei musicali o ai conservatori potranno acquistare strumenti musicali nuovi, usufruendo di uno sconto del 65% del prezzo, per un importo massimo di sconto di 2.500 euro (spesa massima agevolata di 3.846,15 euro). È stato pubblicato ieri, infatti, il provvedimento delle […]

read more

Iva e detrazione nell’anno – La check list per il saldo Iva 2017

Entro il prossimo 16 marzo dovrà essere versato il saldo Iva 2017, ma a differenza dello scorso anno i contribuenti che liquidano l’Iva trimestralmente non possono considerare, nel calcolo, le fatture passive del 2017 (con Iva esigibile nel 2017) che sono state ricevute dal 1° gennaio al 16 marzo 2018, non solo perché hanno dovuto […]

read more

Rischio sismico e consumi con detrazioni fino all’85%

Per gli interventi antisismici degli edifici esistenti, le detrazioni fiscali sono molto rilevanti. E, se sono effettuati sulle parti comuni di edifici condominiali e sono finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico – con riduzione di due classi di rischio – e alla riqualificazione energetica, possono arrivare fino all’85% della spesa effettuata.  Detrazioni dal 50% […]

read more

Iva e detrazione nell’anno – Il sezionale recupera le mancate registrazioni

Se per un’operazione effettuata nel 2017, con Iva esigibile nel 2017, la relativa fattura (datata 2017) è stata ricevuta dal cessionario o dal committente entro il 31 dicembre 2017, ma non è stata registrata da quest’ultimo nel 2017, la sua contabilizzazione negli ordinari registri Iva acquisti del 2018 non consente più la detrazione dell’Iva nelle […]

read more

Iva e detrazione nell’anno – Escluse dal saldo annuale le fatture ricevute in ritardo

Quest’anno per il calcolo del saldo Iva 2017, in scadenza il 16 marzo 2018, i contribuenti che liquidano l’Iva trimestralmente, oltre ai consueti conguagli e rettifiche da effettuarsi in dichiarazione annuale Iva, ad esempio, per il pro rata o per la ventilazione dei corrispettivi (come accade anche per i mensili), non potranno più registrare nella […]

read more

Convivenza necessaria all’inizio dei lavori

Lo status di convivenza del familiare con il «possessore o detentore dell’immobile» da ristrutturare «deve sussistere già al momento in cui si attiva la procedura ovvero alla data di inizio dei lavori». La conferma è arrivata dalle Entrate a Telefisco 2018, relativamente al caso dei lavori edili di recupero del patrimonio edilizio ed è estendibile anche alle detrazioni […]

read more

Aziende in contabilità semplificata: imponibile Irap in regime di cassa

Le istruzioni al modello Irap 2018, pubblicate definitivamente ieri dall’agenzia delle Entrate, sono state aggiornate con le nuove modalità di determinazione della base imponibile Irap in base al criterio di cassa, applicabile a chi è in contabilità semplificata (sezioni I dei quadri Iq e Ip del modello Irap 2018). Quindi, ad esempio, le imprese minori, […]

read more

Bonus giardini senza obbligo di bonifico

Non si applicherà la ritenuta d’acconto dell’8% sui pagamenti effettuati per gli interventi straordinari di sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi, alla realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili o alla progettazione e manutenzione di questi interventi (articolo […]

read more

Maxibonus anche sugli autocarri

Per imprese e professionisti superammortamento del 130% nel 2018 anche per l’acquisto di autocarri. Mentre i soggetti Irpef non potranno beneficiare della detrazione del 36% per il semplice acquisto e collocamento nella terrazza di piante e altri vegetali in vasi non fissi, ma mobili, se ciò non rientra in un più ampio intervento straordinario di […]

read more

Un revisore deve certificare il «valore» del lavoro

Solo per le imprese senza «bilancio revisionato» (si presume, per legge), per beneficiare del credito d’imposta del 40% dei costi dei dipendenti che seguiranno le lezioni 4.0, il costo aziendale del personale dipendente impegnato dovrà essere “certificato” dal soggetto incaricato della revisione dell’impresa (si presume la revisione facoltativa) o da un professionista iscritto nel Registro […]

read more

L’Ace diventa un credito Irap per le Snc e le Sas

Dai redditi del 2017, anche le società di persone e le Srl trasparenti potranno trasformare la deduzione Ace in credito d’imposta da utilizzare in diminuzione dell’Irap dovuta. L’attesa novità è stata confermata dalle bozze dei modelli Redditi Sp 2018 e Irap 2018. In generale, dal 2014 (Unico 2015), i soggetti Ires e gli imprenditori individuali, […]

read more

Con «Industria 4.0» agevolazioni per l’aggiornamento dei dipendenti

Per la formazione 4.0, il credito d’imposta del 40% dovrebbe spettare, non sul costo del corso innovativo, ma solo sul costo aziendale del personale dipendente che seguirà le lezioni 4.0, a meno che il decreto attuativo, che dovrebbe essere emanato entro il 31 marzo 2018 non estenda il bonus anche al costo della formazione vera […]

read more

Credito per i software ancora senza specifiche

Prima dell’invio del modello Reddito 2018, dovranno essere chiarite quali sono le spese di “adeguamento tecnologico” sostenute nel 2017 per l’invio dello spesometro e delle liquidazioni trimestrali, per le quali spetta un credito d’imposta di 100 euro (oltre a quello di 50 euro, in caso di invio anche dei corrispettivi), introdotto dall’articolo 21-ter, decreto legge […]

read more

Precompilata, comunicazioni ad ampio raggio per le strutture sanitarie

Per alimentare i dati da inserire nei modelli Redditi e 730 precompilati, i dati delle prestazioni sanitarie erogate, detraibili o deducibili, vanno inviati alle Entrate da tutte le strutture accreditate per l’erogazione dei servizi sanitari, nonché delle strutture autorizzate e non accreditate, se il documento di spesa viene chiesto dall’utente o se si tratta di […]

read more

Nel 770 i canoni per gli affitti brevi

Via libera definitiva ai modelli CU 2018 e 770 2018, che sono stati aggiornati, tra l’altro, con la nuova ritenuta del 21% sulle locazioni brevi. L’agenzia delle Entrate, infatti, con il provvedimento del 15 gennaio 2018, ha approvato sia la Certificazione unica che il modello 770. La prima (si veda articolo in basso) va utilizzata […]

read more

Agevolazioni – Contributo a fondo perduto del 50% per hardware e software per digitalizzare le Pmi – Voucher hi-tech, da domani la compilazione delle domande

Dalle 10 di domani sarà possibile accedere al sito internet del ministero dello Sviluppo economico (www.mise.gov.it) per compilare, ma non spedire, la domanda per il voucher digitalizzazione (si veda Il Sole 24 Ore del 24 novembre 2018), la quale potrà essere inviata telematicamente dalle 10 del prossimo 30 gennaio fino alle ore 17 del 9 […]

read more

Detrazioni sul risparmio energetico e su interventi antisismici – Ecobonus, cessione più facile

La nuova comunicazione da inviare all’Enea per i lavori sul risparmio energetico qualificato e le modalità di cessione dei crediti d’imposta sono tra le domande più gettonate nel videoforum che si è svolto ieri in diretta sulla pagina Facebook del Sole 24 Ore. Enea per i lavori e mobili La legge di Stabilità 2018, infatti, […]

read more

Prorogati al 2018i bonus per il recupero edilizio

Via libera alla proroga per il 2018 delle detrazioni Irpef del 50% sul recupero del patrimonio edilizio e sull’acquisto di mobili ed elettrodomestici, con l’introduzione però di una nuova comunicazione all’Enea. Sono queste alcune delle novità che riguardano il settore edile, previste dalla Legge di Stabilità 2018 (la 205/2017), che ha anche introdotto una nuova […]

read more

Noleggio auto, i nuovi limiti nelle dichiarazioni 2018

Per gli agenti di commercio, dal 2017, è aumentato del 43% il limite massimo del costo del noleggio puro delle autovetture, su cui calcolare l’80%, cioè la quota deducibile fiscalmente. L’aumento da 3.615,20 a 5.164,57 euro, introdotto dalla legge di Stabilità 2017, ha voluto estendere anche al noleggio il trattamento di favore che gli agenti […]

read more

Sbloccato il credito per i computer

Sono stati istituiti ieri dalle Entrate, con la risoluzione n. 2/E, i codici tributo 6881 e 6882, da utilizzare in compensazione in F24, per i crediti d’imposta, rispettivamente, di 100 euro e di 50 euro, per l’adeguamento tecnologico necessario per inviare lo spesometro e/o i corrispettivi all’agenzia. Ai soggetti in attività nel 2017, che nel […]

read more

Autovetture aziendali – Auto ai manager, più sconto per l’azienda fino al limite del fringe benefit tassato in capo agli stessi

L’aumento del 3% dei costi chilometrici Aci per il calcolo del fringe benefit da tassare nel 2018 in capo a dipendenti e amministratori per le auto aziendali in uso promiscuo, anche per pochi giorni (si veda il Quotidiano del Fisco di ieri), non aumenterà la deduzione, per l’impresa, del 70% dei costi delle vetture dei […]

read more

L’incentivo verde anche in condominio

Per i pagamenti effettuati nel 2018 i soggetti Irpef (anche i condòmini) possono detrarre dall’imposta sui redditi, in 10 quote annuali costanti, il 36% delle spese documentate per gli interventi relativi alla «sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi», alla «realizzazione […]

read more

Il bonus per gli infissi scende al 50%

La legge di Bilancio 2018 ha prorogato al 31 dicembre 2018, con qualche importante eccezione, le detrazioni Irpef e Ires del 65% per gli interventi sul risparmio energetico “qualificato”, in quanto ha ridotto al 50% il bonus per l’acquisto e posa di finestre comprensive di infissi, di impianti di climatizzazione invernale con generatori a biomasse […]

read more

Detrazioni sul risparmio energetico – Cessione del credito più facile – Anche la detrazione sulle singole unità immobiliari

Via libera dal 2018 alla cessione a terzi dei crediti d’imposta del 65%, 70% e 75% per il risparmio energetico qualificato da parte di tutti i contribuenti (incapienti e non), non solo per i lavori sulle parti comuni condominiali, ma anche per quelli sulle singole unità immobiliari (abitative e non). Solo gli incapienti, però, potranno […]

read more

Formazione 4.0 – Credito formazione sul costo del personale e non sui costi di formazione

Per la formazione 4.0, il credito d’imposta del 40% dovrebbe spettare, non sul costo del corso innovativo, ma solo sul «costo aziendale del personale dipendente» che seguirà le lezioni 4.0, a meno che il decreto attuativo, che dovrà essere emanato entro il 31 marzo 2018 non estenda il bonus anche al costo della formazione vera […]

read more

Acconto Iva, più vantaggi dal «previsionale»

Quest’anno, per l’acconto Iva, relativo all’ultimo mese o trimestre del 2017, in scadenza il prossimo 27 dicembre, aumenta la convenienza del metodo previsionale (almeno l’88% di quanto sarà effettivamente dovuto per il periodo), rispetto a quello storico (88% dell’importo dell’ultima liquidazione dell’anno precedente) o a quello delle operazioni effettuate al 20 dicembre (100% della relativa […]

read more

Nella detrazione antisismica anche i lavori minori

Se per completare l’opera antisismica è necessario sostenere lavori edili di natura inferiore, come la manutenzione ordinaria (intonacatura, tinteggiatura e rifacimento di pavimenti) o straordinaria, secondo la risoluzione delle Entrate di ieri (n. 147/E) deve essere considerato il carattere assorbente dell’intervento di natura «superiore» rispetto a quello di natura «inferiore» (circolare n. 57/E/98), con la […]

read more

Si paga con il modello F24 o con il bollettino postale

Moltiplicando gli imponibili alle percentuali dell’Imu (aliquota ordinaria dello 0,76%) e della Tasi (aliquota ordinaria dello 0,1%), spesso risulta un importo annuale dovuto inferiore alla soglia minima di pagamento, quindi, in questi casi non va compilato né l’F24, né il bollettino postale. Per tutte e tre le imposte comunali che compongono la Iuc (l’imposta unica […]

read more

Autovetture aziendali – Costi deducibili solo al 20% – Al 100% solo per le auto strettamente strumentali – Forfe – Tutte le regole per i rimborso spese forfettari e km

La limitata possibilità di deduzione dei costi relativi alle autovetture aziendali, ridotta dal 40% al 20% dal 1° gennaio 2013 per le auto che, seppur usate solo per motivi aziendali, non sono quelle «essenziali» per esercitare l’attività, sta portando molte imprese a preferire l’intestazione delle autovetture direttamente agli amministratori, per le società di capitali, agli […]

read more

L’accollo del debito va addebitato solo sul conto

Fino a martedì 14 novembre 2017, l’accollante poteva decidere di accollarsi un debito tributario dell’accollato e di pagarlo tramite compensazione in F24, utilizzando un suo credito fiscale (dell’accollante). Da mercoledì, invece, non può più essere utilizzato il credito dell’accollante, ma il debito dell’accollato può essere solo pagato. In pratica, fino a martedì l’F24 da presentare […]

read more

Autovetture aziendali – Costi deducibili solo al 20% – Al 100% solo per le auto strettamente strumentali – Conviene sempre il rimborso spese

I costi delle auto aziendali non possono essere dedotti integralmente, ma subiscono il taglio al 20% anche se si tratta di beni utilizzati solo per l’attività dell’imprenditore. Per le Entrate, infatti, la deduzione piena si può avere solo per auto senza le quali «l’attività non può essere esercitata». Lo stupore per questa normativa è contenuta […]

read more

Fondazioni ammesse all’art-bonus

Anche le fondazioni possono essere destinatarie delle donazioni in denaro che consentono di beneficiare del cosiddetto art-bonus (credito d’imposta del 65%), a patto che siano costituite da soggetti pubblici, siano finanziate solo con risorse pubbliche, gestiscano beni culturali pubblici o siano sottoposte alle regole della Pa sulla trasparenza o sugli appalti pubblici. Il chiarimento è […]

read more

Reddito ripartito tra conviventi

Il reddito spettante al “convivente di fatto”, che presta stabilmente la propria opera all’interno dell’impresa dell’altro convivente, deve essere imputato al primo in proporzione alla sua quota di partecipazione, come accade nelle imprese familiari (comprese quelle costituite nell’ambito delle unioni civili). Sono questi i chiarimenti contenuti nella risoluzione dell’agenzia delle Entrate 134/E, che però non […]

read more

Mutui, detrazione piena per il superstite

Il coniuge superstite cointestatario, insieme alla moglie, del mutuo ipotecario, stipulato per la ristrutturazione dell’abitazione, dopo la morte della moglie e l’accollo dell’intero mutuo, può detrarre il 19% del 100% dei relativi interessi passivi sostenuti. Il chiarimento è contenuto nella risoluzione 18 ottobre 2017, n. 129/E, delle Entrate. Il caso riguarda un contribuente che ha […]

read more

Alluvione di Livorno, adempimenti sospesi

Via libera alla sospensione dal 9 settembre 2017 al 30 settembre 2018 dei versamenti (ad esempio, dell’Iva o delle cartelle esattoriali) e degli adempimenti tributari (ad esempio, l’invio del modello Redditi 2017) per i contribuenti dei Comuni di Livorno, Rosignano Marittimo e di Collesalvetti (provincia di Livorno), colpiti dagli eventi meteorologici del 9 e del […]

read more

Cedolare secca con la registrazione

Per i nuovi contratti di “locazione breve”, l’opzione per il regime della cedolare secca con l’aliquota piatta del 21% (al posto di quella progressiva Irpef) potrà essere effettuta con la dichiarazione dei redditi relativa all’anno in cui i canoni di locazione sono maturati o i corrispettivi sono riscossi ovvero, nell’ipotesi di eventuale registrazione del contratto, […]

read more

Ritenuta Airbnb, conto alla rovescia

Entro domani va versata con F24 la ritenuta del 21% sugli affitti brevi che gli intermediari e i portali internet hanno pagato ai locatori nel mese settembre 2017. Ritenuta del 21% I soggetti che esercitano l’attività di intermediazione immobiliare o che genericamente “gestiscono portali telematici” per mettere in contatto locatori e conduttori, anche se non […]

read more

Airbnb, ritenuta per agenti e portali

Nell’attesa circolare di ieri sulle locazioni brevi (la n. 24/E), l’agenzia delle Entrate dà delle regole pratiche per risolvere parecchi dei dubbi rimasti sulla scadenza di lunedì. Ma fornisce anche indicazioni (in parte contraddittorie) sull’obbligatorietà o meno, da parte degli intermediari, di applicare la ritenuta del 21% (da calcolarsi sui pagamenti dei canoni di affitto […]

read more

Affitti turistici, il 16 ottobre primo round con la ritenuta

Questa volta si fa sul serio. Entro il 16 ottobre, quasi sempre per la prima volta, gli «intermediari immobiliari» verseranno la ritenuta del 21% sui canoni lordi pagati, a partire dall’11 settembre scorso, dai loro clienti-inquilini ai clienti-proprietari per affitti brevi (sino a 30 giorni e stipulati a partire dal 1° giugno scorso). Un adempimento […]

read more

Tabloid Redditi-2017 – 2 – Visto di conformità obbligatorio per crediti superiori a 5mila euro

  Dal 24 aprile 2017 per le compensazioni dei crediti Irpef, Ires, relative addizionali o maggiorazione, cedolare secca, Ivie, Ivafe, Irap e ritenute alla fonte, risultanti dal modello Redditi, Irap e 770, il visto di conformità è necessario, non più per importi superiori a 15.000 euro annui, ma per importi superiori a 5.000 euro annui. […]

read more

Tabloid Redditi-2017 – 2 – Anche il revisore può rilasciare il «timbro»

Non vi è coincidenza tra i soggetti abilitati alla presentazione telematica delle dichiarazioni tramite il servizio telematico Entratel e quelli che possono rilasciare il visto di conformità sulle dichiarazioni fiscali (redditi, Irap, 770, Iva, modello Iva TR), diverse dal 730. Quest’ultimo, infatti, può essere rilasciato dagli iscritti nell’albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, […]

read more

Tabloid Redditi-2017 – 1 – Più tempo per la «correttiva»

La proroga dell’invio dei modelli dal 2 ottobre al 31 ottobre 2017 ha spostato in avanti anche le scadenze per inviare la correttiva nei termini e la dichiarazione tardiva, relative al 2016. Relativamente alle dichiarazioni sui redditi e Irap relative al 2016, fino al 31 ottobre 2017 (scadenza prorogata rispetto a quella ordinaria del 30 […]

read more

Tabloid Redditi-2017 – 1 – Invio dei modelli entro il 31 ottobre anche per i «ravvedimenti» 2016

Il 31 ottobre 2017, oltre all’invio telematico dei modelli Redditi 2017 e Irap 2017 (e del 770/2017), relativi al 2016, scadrà anche la possibilità di presentare, per la prima volta, i modelli Unico 2016, Irap 2016 e 770/2016 relativi al 2015, se sono stati omessi, cioè se non sono stati presentati entro il 29 dicembre […]

read more

Startup, il super-sconto attende il decreto

Dopo il via libera all’aumento dal 19% al 30% della detrazione per gli investimenti nel capitale delle startup innovative e dal 20% al 30% della deduzione per gli investitori soggetti Ires, da parte della Commissione europea (decisione 19 giugno 2017 n. 4285, pubblicata il 18 settembre 2017), si attende ora l’aggiornamento del decreto attuativo del […]

read more

Un modello Rli più preciso su canoni e opzioni

Dal 19 settembre scorso deve essere utilizzata la nuova versione del modello Rli (Registrazione locazioni immobili), per richiedere all’agenzia delle Entrate la registrazione dei contratti di locazione, oltre che per comunicare proroghe, cessioni, risoluzioni o subentri e per optare (o revocare) per il regime della cedolare secca. È stato anche aggiornato il software Rli per […]

read more

Spesometro «elastico» sull’estero – Registrazione in contabilità delle fatture estere relative ai servizi alberghieri e di ristorazione all’estero

Se non si conosce il codice identificativo fiscale di un privato Ue o extra-Ue ovvero di un operatore economico extra-Ue , ad esempio, perché non è previsto nel Paese estero un identificativo del genere, si può inserire nello spesometro, nel campo “IdCodice”, un «qualsiasi estremo identificativo del soggetto cessionario/committente di cui si dispone». È questa […]

read more

Iva – Spesometro – Codifica per lo spesometro sulla natura dell’operazione

Corsa contro il tempo per inviare i dati delle fatture attive emesse e quelle passive registrate nel primo semestre 2017 (cosiddetto spesometro ) entro giovedì 28 settembre 2017 (comunicato stampa delle Entrate del 1°settembre, ancora senza copertura normativa). Entro la stessa data va effettuato anche l’invio “opzionale” (Dlgs 127/2015), per il quale valgono le stesse […]

read more

Iva – Spesometro – Gli ultimi chiarimenti delle Entrate con le Faq – E-fatture, stop all’invio se la notifica risulta positiva

Libertà di scelta sul metodo di ordinazione dei dati delle fatture e sull’informazione relativa all’ esigibilità dell’imposta (immediata o differita). Possibilità di omettere le lettere del numero di emissione delle fatture o l’intero numero dei documenti ricevuti. Sono questi i chiarimenti delle Entrate attraverso Faq. Fatture elettroniche Si può scegliere di non inviare i dati […]

read more

Bonus hotel, incentivo cumulabile

Sulle stesse voci di spesa, il cosiddetto bonus hotel è incumulabile solo con le agevolazioni fiscali che erano già in vigore il 7 maggio 2015 e che contemporaneamente hanno le stesse finalità, ambito soggettivo, oggettivo e temporale. È incumulabile, quindi, con la detrazione Irpef e Ires del 65% sul risparmio energetico qualificato, istituita con la […]

read more

Iva – spesometro – Controlli incrociati fai da te – Sconti fiscali «garantiti» con i controlli sui fornitori

Gli “open data” aiuteranno i contribuenti a utilizzare correttamente gli sconti fiscali. Grazie alle informazioni dello spesometro che l’agenzia delle Entrate metterà a disposizione dei contribuenti, la detrazione dell’Iva e la deduzione dei costi potranno essere effettuate con più tranquillità dai cessionari e dai committenti, in quanto questi soggetti potranno controllare se i loro fornitori […]

read more

Iva – spesometro – Controlli incrociati fai da te – Per «pesare» le incongruenze attenzione alle esclusioni

Il contribuente che desidera controllare autonomamente i dati delle fatture inviati all’Agenzia dai propri clienti e fornitori al fine di comunicare a questi soggetti le eventuali divergenze rispetto alle informazioni da lui trasmesse (per evitare il successivo accertamento da parte delle Entrate) deve conoscere bene quali sono i soggetti esonerati dall’adempimento e quali sono le […]

read more

Ecobonus incapienti alle banche

Via libera alla cessione dell’intera detrazione Irpef del 65% (eco-bonus sulle parti comuni condominiali), 70% o 75% (eco-bonus su più del 25% delle parti comuni), da parte degli incapienti , non solo «ai fornitori che hanno effettuato gli interventi» verdi, ma anche «ad altri soggetti privati», come gli «istituti di credito e intermediari finanziari». È […]

read more

Esteso lo scambio cartelle-crediti Pa

Via libera anche per il 2017 alle compensazioni, da parte delle imprese e dei professionisti, dei debiti delle cartelle esattoriali con gli eventuali crediti vantati verso la Pubblica amministrazione. È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 21 agosto 2017 n. 194, infatti, l’atteso decreto del Mef del 9 agosto 2017, che dà attuazione alla proroga […]

read more

Casse, prosegue l’aumento dei contributi

Contributi previdenziali soggettivi sui redditi professionali sempre più alti per i lavoratori autonomi iscritti alle Casse. Gli aumenti riguardano, in particolare, i periti industriali, gli esperti contabili, i biologi, i geometri, i veterinari, gli infermieri professionisti, i medici e gli odontoiatri. Il dato emerge dall’analisi delle dichiarazioni previdenziali che devono essere presentate nei prossimi mesi, […]

read more

Agevolazioni fiscali – Beni strumentali, ultimi mesi per utilizzare lo sconto del 40 per cento

Il 31 dicembre 2017 scadrà l’incentivo per l’acquisto da parte di imprese e professionisti di beni materiali strumentali nuovi (escluse le autovetture), che consente di aumentare del 40% il costo fiscalmente ammortizzabile dei beni, al fine di aumentare di una simile quota l’ammortamento fiscalmente deducibile. Entro questa data, quindi, l’acquisto deve essere effettuato, basandosi sul […]

read more

Vacanze – Locazioni-Affitti brevi, vanno pagate anche le ritenute non effettuate

Le Entrate confermano: il 17 (il 16 è domenica) si pagano le ritenute sugli affitti turistici. Gli «intermediari immobiliari» hanno praticamente un giorno (domani) per radunare i documenti, fare i conti e (in non pochi casi) chiedere ai clienti la restituzione del 21% degli affitti versati interamente senza effettuare la ritenuta. Il provvedimento 132395/2017 (si […]

read more

Iva e detrazione nell’anno – Fatture di fine anno, detrazioni a rischio – Problemi per le note di accredito con Iva

Da quest’anno anche quando le note di accredito possono essere emesse con Iva senza limite temporale, il recupero dell’Iva potrà avvenire, al più tardi, con la dichiarazione annuale Iva relativa non più al secondo anno successivo a quello in cui il diritto alla detrazione è sorto, ma all’anno in cui il diritto alla detrazione è […]

read more

Vacanze – Locazioni-Affitti brevi – Airbnb, primo pagamento il 17 luglio

Corsa contro il tempo per gli intermediari immobiliari e i portali internet per effettuare i calcoli e i pagamenti con F24, entro lunedì 17 luglio (il 16 luglio cade di domenica), della ritenuta del 21%, trattenuta, nel mese di giugno 2017, «all’atto del pagamento al beneficiario» finale (cioè al locatore) dei canoni relativi ai «contratti […]

read more

L’agevolazione va ripartita in tre quote annuali

Il credito d’imposta del 65% per le persone fisiche (50% per gli enti o le società di persone o di capitali) sulle erogazioni liberali in denaro a enti del Terzo settore, non potrà essere utilizzato tutto subito, ma dovrà essere ripartito in 3 quote annuali di pari importo. Il suo utilizzo potrà avvenire tramite la […]

read more

Gestione beni sottratti alla mafia, maxi sconto per chi aiuta gli enti

Via libera al credito d’imposta del 65% per le persone fisiche (50% per gli enti o le società di persone o di capitali) sulle erogazioni liberali in denaro a enti del terzo settore, che intendono recuperare immobili pubblici inutilizzati o beni mobili e immobili confiscati alla criminalità organizzata. La novità è contenuta nell’articolo 81 del […]

read more

«Tassa Airbnb» in attesa di chiarimenti

La “tassa Airbnb” procede a tentoni: il comunicato stampa che accompagnava la risoluzione 88/E faceva riferimento al fatto che le nuove disposizioni sulle locazioni brevi sarebbero scattate dal 1° giugno. Il problema è che nessuna norma prevede che questa trattenuta debba essere applicata agli incassi «dei canoni e dei corrispettivi relativi ai contratti stipulati a […]

read more

Per la prima spedizione la chance ravvedimento

Possono essere ancora corrette le comunicazioni delle liquidazioni Iva dei primi tre mesi del 2017 , il cui invio ordinario è scaduto lo scorso 12 giugno 2017 e l’eventuale reinvio, con sanzioni dimezzate, è scaduto lo scorso 27 giugno 2017. Via libera anche per il primo invio del modello, a seguito dell’omissione completa dell’adempimento. Inoltre, […]

read more

Il visto «libera» le compensazioni

Corsa contro il tempo per i professionisti abilitati o per l’ organo di controllo per effettuare le verifiche sulle contabilità dei clienti, che intendono inviare entro domani il modello Iva TR del secondo trimestre 2017, per poter utilizzare, già dal 17 luglio, il credito Iva trimestrale in compensazione orizzontale in F24. Compensazioni oltre 5mila € […]

read more

Iva, compensazioni sprint

Se si presenterà il modello TR relativo al secondo trimestre 2017 entro venerdì 7 luglio 2017 , si potrà utilizzare il relativo credito in compensazione orizzontale in F24, per un importo superiore a 5mila euro, già per la scadenza dei pagamenti del 17 luglio 2017 (il 16 luglio cade di domenica). Sarà necessario, però, apporre […]

read more

Detrazioni ancora in cerca di «acquirenti»

Per l’applicazione concreta delle novità introdotte per i condòmini incapienti dalla manovrina (Dl 50/2017, convertito dalla legge 96) è consigliabile attendere le indicazioni delle Entrate. Secondo la norma modificata dal Parlamento in sede di conversione, le istruzioni operative saranno definite dall’Agenzia entro 60 giorni dalla loro entrata in vigore, cioè entro il prossimo 23 agosto […]

read more

Detrazioni Irpef per l’acquisto di case antisismiche, sconto fino all’85 per cento

Le detrazioni Irpef e Ires del 70% o 80% per gli interventi antisismici da cui deriva una riduzione del rischio, rispettivamente, di una o due classi sono state aumentate al 75% e all’85% per chi acquista queste unità immobiliari dalle imprese che hanno effettuato questi interventi, tramite la demolizione e la ricostruzione dell’intero edificio (ubicato […]

read more

Affitti, per la ritenuta del 21% serve la disciplina attuativa – alberghi, bonus del 65% per gli arredi

Affitti, per la ritenuta del 21% serve la disciplina attuativa I gestori dei portali online per le locazioni brevi ad uso abitativo (anche se di sublocazione o conclusi dal comodatario) dovranno attendere l’approvazione da parte delle Entrate dell’apposito provvedimento attuativo, prima di iniziare a trattenere la nuova ritenuta del 21% sui canoni che pagano al […]

read more

Locazioni brevi – Ritenuta del 21% applicata dal gestore del portale (Airbnb). Per la «tassa Airbnb» si deve aspettare il provvedimento

L’obbligo imposto agli intermediari immobiliari e ai gestori dei portali on-line di trattenere la nuova ritenuta del 21% sui canoni che pagano al beneficiario finale, cioè al locatore, per le locazioni brevi (anche se di sublocazione o conclusi dal comodatario) partirà solo dopo l’approvazione da parte dell’agenzia delle Entrate dell’apposito provvedimento attuativo. Nessuna norma, infatti, […]

read more

Il bonus del 65% sul risparmio energetico delle parti comuni, i comdomini «incapienti» potranno cedere il credti alle banche

Via libera per gli incapienti alle cessioni, anche alle banche, del credito d’imposta Irpef del 65% e di quello del 70-75%, per gli interventi sul risparmio energetico sulle parti comuni condominiali . Sono queste le principali novità che riguardano l’eco-bonus, contenute nella legge di conversione del decreto legge 50/2017. Prima della sua entrata in vigore, […]

read more

Detrazione del 65% sulle parti comuni condominiali – Per gli incapienti, estesa la possibilità di cessione del credito anche a banche e istituti finanziari

L’ eco-bonus Irpef del 65% sulle parti comuni condominiali e quello del 70% o 75% per i lavori verdi su più del 25% delle parti comuni potranno essere cedute dagli incapienti Irpef (cioè quelli che hanno un’imposta dovuta inferiore a quella della quota di detrazione fiscale) anche alle banche , in quanto la legge di […]

read more

Detrazione del 65% sulle parti comuni condominiali – Per gli incapienti, estesa la possibilità di cessione del credito anche a banche e istituti finanziari

I condòmini , anche non “incapienti” , che intendono cedere ai fornitori o a terzi i crediti d’imposta del 70% o del 75% per l’ ecobonus su più del 25% delle parti comuni condominiali o quello del 75% o dell’85% per le misure antisismiche sulle parti comuni, devono farlo per l’intero importo della detrazione a […]

read more

Il Jobs act degli autonomi – Per il ritardo nei pagamenti delle parcelle professionali scattano gli interessi di mora dell’8%

Deducibili le polizze per le parcelle I premi che i professionisti pagheranno alle compagnie assicurative per coprire le future perdite su crediti saranno deducibili fiscalmente. Il chiarimento è contenuto nella nuova legge sul lavoro autonomo. La legge, all’articolo 9, comma 1) ha confermato che sono «integralmente deducibili gli oneri sostenuti per la garanzia contro il […]

read more

Comunicazione periodica delle liquidazioni Iva mensili o trimestrali – Ok al nuovo invio per correggere errori e omissioni

Per l’ omessa, incompleta o infedele comunicazione dei dati delle liquidazioni Iva periodiche si applica la sanzione amministrativa da 500 euro a 2.000 euro . La sanzione è ridotta alla metà , se la trasmissione è effettuata entro i 15 giorni dalla relativa scadenza ovvero se, nel medesimo termine, è effettuata la trasmissione corretta dei […]

read more

Comunicazione periodica delle liquidazioni Iva mensili o trimestrali – Niente sanzioni per l’incoerenza

Una volta inviata la comunicazione delle liquidazioni mensili o trimestrali, l’agenzia delle Entrate metterà a disposizione del contribuente o del suo intermediario (nel cassetto fiscale e nella sezione Consultazione dell’interfaccia web «Fatture e Corrispettivi»), la sua analisi della “coerenza” dei versamenti dell’Iva a debito rispetto a quanto indicato nella comunicazione. Quindi, il confronto con quanto […]

read more

Sull’ecobonus chance per gli incapienti

Per le spese detraibili al 65% per gli interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali, la possibilità, concessa agli incapienti (cioè quelli che hanno un’imposta dovuta inferiore a quella della quota di detrazione fiscale), di non utilizzare direttamente la detrazione, ma di cederla ai fornitori degli interventi, è stata estesa anche alle […]

read more

Detrazione del 65% sulle parti comuni condominiali – Per gli incapienti, estesa la possibilità di cessione del credito anche a banche e istituti finanziari

Per le spese detraibili al 65% per gli interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali, la possibilità, concessa agli incapienti (cioè quelli che hanno un’imposta dovuta inferiore a quella della quota di detrazione fiscale), di non utilizzare direttamente la detrazione, ma di cederla ai fornitori degli interventi, è stata estesa anche alle […]

read more

Locazioni brevi – Ritenuta del 21% applicata dal gestore del portale (Airbnb). C’è il pericolo di doppia ritenuta

Anche se il primo pagamento all’Erario delle nuove ritenute sulle “locazioni brevi” scadrà il prossimo 17 luglio 2017 (il 16 è di domenica), gli intermediari immobiliari e i gestori dei portali online devono già trattenere , da ieri, questi importi dai pagamenti dei canoni che stanno facendo ai beneficiari finali, cioè ai locatori. Sono queste […]

read more

Comunicazione periodica delle liquidazioni Iva mensili o trimestrali – Credito Iva annuale a uso libero

L’eventuale credito Iva del 2016 può essere inserito (e poi anche eventualmente tolto), in parte o complessivamente, nei moduli mensili o trimestrali delle comunicazioni periodiche Iva, relativi a qualunque periodo (rigo VP9). In questa maniera, il contribuente può trasferire il proprio credito Iva annuale dalla compensazione in F24 a quella nelle liquidazioni periodiche Iva o […]

read more

Modello F24 o bollettino postale per saldare l’acconto di giugno

Imu e Tasi relative a qualsiasi Comune possono essere pagateutilizzando indifferentemente il modello F24 (ordinario, semplificato o precompilato) o il bollettino postale. L’Imu degli enti non commerciali (non la Tasi), può essere pagata, esclusivamente con il modello F24 (non con il bollettino). Pagamento Per il bollettino e per l’F24, è sempre ammessa la modalità telematica, […]

read more

Tutte le regole per Imu e Tasi – Eredità e imposte, vale la data della successione – Retroattività degli effetti

L’eredità si acquista con la sua accettazione, ma l’effetto di quest’ultima risale al momento nel quale si è aperta la successione, quindi, retroattivamente al momento della morte, nel luogo dell’ultimo domicilio del defunto (articoli 459 e 456, Codice civile). A prevederlo, in generale, è il Codice civile e considerando che nella normativa dell’Imu e della […]

read more

Tutte le regole per Imu e Tasi – Multiproprietà e parti comuni, deve versare l’amministratore

Sia per l’Imu, che per la Tasi, sulle parti comuni condominiali (posti auto, alloggio del portiere, lavanderie) e sugli immobili in multiproprietà, il pagamento deve essere effettuato dall’amministratore del condominio, che recupererà le somme versate, pro quota, dal fondo comune. Tasi sulla multiproprietà Se i locali sono in multiproprietà (ovvero sono centri commerciali integrati), il […]

read more

Acquisto di abitazioni – Detrazione del 50% dell’Iva – Sconto Irpef sull’Iva senza vuoti temporali

L’agenzia delle Entrate ha dato continuità tra il 2016 e il 2017 alla proroga al 2017 della detrazione dall’Irpef del 50% dell’Iva pagata sull’ acquisto di unità immobiliari a destinazione residenziale, di classe energetica A o B (articolo 1, comma 56, delle legge 208/2015). La proroga al 2017, concessa dalla legge 27 febbraio 2017 n. […]

read more

Comunicazione periodica delle liquidazioni Iva mensili o trimestrali – Invio «cumulativo»

La comunicazione periodica delle liquidazioni del primo trimestre 2017 (gennaio, febbraio e marzo 2017, per i mensili) si è spostata al 12 giugno (si veda Il Sole 24 Ore di ieri). E i contribuenti si preparano ad affrontare l’adempimento con qualche giorno di tempo in più. Ma facciamo un punto fermo su cosa va comunicato […]

read more

Persone fisiche, redditi 2017 – Tabloid

School bonus, per due anni credito d’imposta al 65%  Le erogazioni liberali in denaro effettuate nel 2016 agli istituti scolastici, pubblici e privati, finalizzate alla realizzazione di nuove strutture scolastiche, alla manutenzione e al potenziamento di quelle esistenti o a interventi per l’occupabilità degli studenti, per le quali spetta il nuovo credito d’imposta del 65% […]

read more

Professionisti – Polizze per assicurazione crediti deducibili. Ritardi nei pagamenti con mora all’8 per cento

Oltre all’estensione agli autonomi non iscritti agli Albi e ai Collegi delle regole cosiddette “europee” per gli interessi di mora dell’8% sui ritardati pagamenti, la riforma ha confermato che sono «integralmente deducibili gli oneri sostenuti per la garanzia contro il mancato pagamento delle prestazioni di lavoro autonomo fornita da forme assicurative o di solidarietà». Si […]

read more

Bonifici, lavori minori e opere su beni locati, tutti i nodi dei bonus

Le detrazioni sul recupero edilizio e il risparmio energetico sono presenti in molte dichiarazioni dei redditi, e proprio l’avvio della stagione dichiarativa è uno dei momenti in cui i professionisti si trovano a fare i conti con alcune questioni interpretative in cerca di conferma. Vediamo le principali. Interventi minori Uno dei primi punti critici riguarda […]

read more

Autonomi, mora per i ritardi

Via libera all’applicazione del tasso di interesse di mora dell’8% a tutti i lavoratori autonomi e non solo ai professionisti, alle imprese e alle Pubbliche amministrazioni. Il disegno di legge sui lavoratori autonomi , definitivamente approvato dal Senato, ha chiarito che le disposizioni relative agli interessi di mora, contenute nel decreto legislativo 9 ottobre 2002 […]

read more

Compensazioni, polizze da rifare

L’ agenzia delle Entrate , Direzione regionale Lombardia sul visto di conformità non perde tempo. In questi giorni, via Pec, sta chiedendo ai professionisti di integrare la loro assicurazione se intendono continuare ad essere abilitati al rilascio del visto di conformità. L’integrazione va effettuata entro 30 giorni altrimenti si procederà alla cancellazione dall’elenco informatizzato dei […]

read more

Iri – L’Iri anticipa il «tax planning»

Quest’anno le imprese minori sono chiamate a valutare l’opportunità di passare alla contabilità ordinaria, non solo per usufruire delle maggiori informazioni finanziarie rispetto alla contabilità semplificata, dell’eventuale tassazione Irap con il metodo dei soggetti Ires, dei vantaggi dell’Ace o del riporto delle perdite a nuovo per 5 anni, ma anche per evitare il regime di […]

read more

Le imposte delle società – Tabloid

Non si applica il limite di 250mila euro l’anno Per utilizzare il credito d’imposta sulla bonifica dall’amianto, in compensazione in F24 (solo con i servizi telematici messi a disposizione dall’agenzia delle Entrate), è necessario indicarlo nel quadro RU della dichiarazione dei redditi relativa al periodo di imposta di riconoscimento del credito e nelle dichiarazioni dei […]

read more

Guida alla Contabilità e Bilancio – Nota di accredito per recupero dell’Iva versata

Anche per i fallimenti aperti nel 2017, come in passato, i curatori devono registrare nel registro Iva acquisti le note di accredito che ricevono dai cedenti di beni o dai prestatori di servizi, ma la maggiore Iva che risulta a debito nei confronti dell’Erario non va riportata «nel riparto finale, ormai definitivo», quindi, non va […]

read more

Manovra correttiva – Iva – Detrazione entro il 30 aprile dell’anno successivo – Detrazioni Iva, «stretta» immediata

Partiranno da subito le strette sull’ Ace , sulla detrazione dell’Iva e sulle compensazioni dei crediti fiscali in F24, contenute nel decreto legge 24 aprile 2017, n. 50 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 95 di ieri, 24 aprile. Questo mentre l’estensione dello split payment partirà dal 1° luglio 2017, l’aumento da 20.000 euro a 50.000 […]

read more

Leasing immobiliare, la detrazione è per sempre

Per gli acquisti agevolati tramite leasing di unità immobiliari da adibire ad abitazione principale, il contratto di leasing deve essere stipulato tra il 2016 e il 2020, ma una volta rispettata questa condizione, la detrazione Irpef «opera per tutti i periodi d’imposta interessati dalla durata del contratto di locazione finanziaria». La detrazione del 19%, quindi, […]

read more

Iva – Dal 1° luglio 2017, esteso lo split payment anche verso le controllate. Applicabile anche ai professionisti. Ecco la nuova fattura

Split payment anche per i professionisti nei rapporti con le Pa, ed enti controllati, e con le società quotate. Così prevede la manovrina varata martedì scorso dal governo. Più in dettaglio, per le «operazioni» verso la Pa (articolo 1, comma 2, della legge 196/2009), le società controllate «direttamente o indirettamente dallo Stato» (articolo 2359, primo […]

read more

Con l’attestazione bonus casa «salvi»

Per il bonus del 50% sulle ristrutturazioni e quello del 65% sul risparmio energetico , quando per un errore nella compilazione del bonifico (parlante o per errore non parlante) non è stata applicata la ritenuta d’acconto dell’8% e non è «possibile la ripetizione del pagamento» basta un’attestazione di tassazione dell’incasso da parte del fornitore. La […]

read more

Dalle ristrutturazioni al bonus mobili Tutte le novità per la dichiarazione

Molti sono i chiarimenti sulle detrazioni per il recupero edilizio, per il risparmio energetico e per il bonus mobili, contenute nella circolare n.7/E/2017 pubblicata ieri. Si va dalla possibilità di pagare gli acquisti di mobili, detraibili al 50%, tramite finanziamenti a rate, alla possibilità di non cedere all’acquirente dell’immobile ristrutturato le rate residue del bonus […]

read more

Con la rinuncia alla cessione il credito va erogato al cedente

Se dopo la cessione del credito Iva il cessionario dello stesso comunica all’amministrazione finanziaria la “ rinuncia ” della cessione ovvero la sua risoluzione automatica, il credito Iva deve essere erogato al contribuente-cedente e non al cessionario. Sono queste le conclusioni dell’ agenzia delle Entrate nella risoluzione 28 marzo 2017, n. 39/E , con la […]

read more

Compliance, rimborsi senza «pegno»

Chi aderisce al regime di “adempimento collaborativo” o al “programma di assistenza” realizzato dall’agenzia delle Entrate, non dovrà più presentare la fideiussione per i rimborsi Iva , superiori a 30mila euro , neanche se è un «contribuente a rischio». È questo il principale aggiornamento delle istruzioni al modello TR (approvate ieri dalle Entrate), che dovrà […]

read more

Iva – Intrastat – Per l’invio relativo a gennaio 2017, non andavano spediti i servizi ricevuti – Nessuna penalità per l’invio integrale

I mensili che hanno indicato nell’Intra-2 di gennaio 2017 anche i dati dei servizi ricevuti (Intra-2 quater) non dovrebbero essere sanzionati, perché nel comunicato del 17 febbraio 2017 l’agenzia ha detto, tra l’altro, che i mensili dovevano inviare con le consuete modalità gli Intra-2, «compilando integralmente tali modelli» e ciò poteva far intendere che fosse […]

read more

Iva – Intrastat – Invio entro il 27 marzo con le regole 2016 per le operazioni di febbraio (anche servizi ricevuti) – Niente sanzioni per piccoli ritardi

Per le operazioni intracomunitarie effettuate nel mese di febbraio 2017 dai contribuenti mensili, il prossimo 27 marzo 2017 scade l’invio non solo dei consueti modelli Intra-1 relativi alle cessioni di beni e ai servizi resi, ma anche degli elenchi Intra-2 (operazioni passive), non solo con i dati statistici degli acquisti di beni (colonne 1 e […]

read more

Assegnazione di beni ai soci – Unico 2016 anche per società di persone

La problematica dell’utilizzo del modello relativo al periodo d’imposta 2015 (Unico 2016) per dichiarare le assegnazioni del 2016 riguarda anche le società di persone che nel 2016, dopo l’operazione agevolata, hanno spezzato il periodo d’imposta, ad esempio, perché sono state messe in liquidazione. Nessun problema, invece, per quelle che si sono sciolte senza liquidazione (circolare […]

read more

Assegnazione di beni ai soci – Per le «frazioni» dell’anno si usa il modello del 2015

Per le società di capitali che devono dichiarare l’assegnazione o la trasformazione agevolata nel modello di dichiarazione dei redditi relativo al 2015, Unico SC 2016 (non in Redditi SC 2017), perché ad esempio con periodo d’imposta a cavallo d’anno, non è possibile inserire, nel relativo rigo RQ85, il «valore dei beni» oggetto dell’operazione, come viene […]

read more

Dichiarazione Iva relativa al 2016 – Per i ritardatari invio possibile entro 90 giorni dalla scadenza

In caso di mancato invio telematico della dichiarazione Iva 2017, relativa al 2016 , entro la scadenza ordinaria di ieri, il contribuente può comunque inviare il modello compilato in ritardo. Se lo fa entro 90 giorni dalla scadenza, cioè entro il 27 maggio 2017, si è in presenza di una dichiarazione tardiva , quindi non […]

read more

L’anticipo al 28 febbraio 2017 dell’invio della dichiarazione Iva relativa al 2016 comporta anche l’anticipo al 28 maggio 2017 della stampa dei registri Iva del 2016

L’anticipo a ieri, 28 febbraio 2017 , dell’invio della dichiarazione Iva relativa al 2016 comporta anche l’anticipo al 28 maggio 2017 della stampa o della conservazione sostitutiva dei registri Iva del 2016, oltre che dell’archiviazione elettronica delle fatture elettroniche emesse nel 2016. La proroga di 15 giorni dei modelli Redditi SC 2017 , per alcuni […]

read more

Dichiarazioni Iva. Per poter usare in compensazione il credito Iva annuale per pagare altri debiti, il Commercialista deve ‘certificare’ il modello Iva

Entro oggi va inviata telematicamente la dichiarazione annuale Iva 2017 , relativa al 2016, in quanto la consueta scadenza del 30 settembre è stata anticipata al 28 febbraio . Dal prossimo anno , invece, il modello Iva dovrà essere presentato tra il 1° febbraio e il 30 aprile . Da quest’anno, poi, non va più […]

read more

Dichiarazione d’intento – Lettere d’intento spedite dagli esportatori abituali – Nuovo modello DI solo dal 01.03.2017 – Le fatture di febbraio con i vecchi dati

Per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi verso esportatori abituali , che verranno effettuate fino al 28 febbraio 2017, non è ancora possibile utilizzare il nuovo modello di dichiarazione d’intento, approvato con il provvedimento 2 dicembre 2016, quindi, nella fattura vanno ancora indicati i dati del vecchio modello, precedentemente inviato all’Agenzia dall’esportatore […]

read more

Dichiarazione d’intento – Lettere d’intento spedite dagli esportatori abituali – Nuovo modello DI da utilizzare solo dal 01.03.2017 – Va messo solo l’ulteriore importo

In attesa di chiarimenti il nuovo modello della lettera d’intento deve indicare solo il plafond aggiuntivo. Se l’ esportatore abituale desidera effettuare da un fornitore più acquisti di beni e servizi senza applicazione dell’Iva, anche dopo il primo marzo 2017, e la precedente “lettera” è stata compilata nei campi 3 e 4, relativi al periodo […]

read more

Decreto ingiuntivo, Registro al 3%

Si applica l’ imposta proporzionale del 3% (e non quella fissa) alla registrazione del decreto ingiuntivo , ottenuto dal fideiussore, che condanna al pagamento il debitore principale , nell’ambito dell’azione di regresso di un contratto di fideiussione. Questo decreto ingiuntivo, infatti, è un provvedimento monitorio di «condanna al pagamento di somme o valori», che è […]

read more

Iva – Dichiarazione d’intento – Nuovo modello DI da utilizzare dal 01.03.2017 – Lettere d’intento con dati dettagliati nel modello Iva

Nella dichiarazione Iva 2017 continuano a essere richiesti i «numeri di protocollo» attribuiti dall’Agenzia alle dichiarazioni d’intento ricevute e i «numeri di partita Iva» degli esportatori abituali, anche se si tratta di dati già presenti negli archivi digitali delle Entrate. Quadro VI Oltre all’ammontare delle operazioni non imponibili, effettuate nei confronti degli esportatori abituali, da […]

read more

Iva – Dichiarazione Iva 2017, relativa al 2016 – Il mancato pagamento dell’Iva del I, II e III trimestre 2016 aumenterà l’acconto Iva 2017, da pagarsi entro il 27.12

Solo entro il prossimo 28 febbraio 2017 sarà possibile effettuare il ravvedimento operoso per gli omessi versamenti periodici (mensili o trimestrali) che dovevano essere versati nel 2016 (principio di cassa). In caso di mancato pagamento entro questa data, questi importi non potranno essere inseriti tra quelli pagati del rigo VL29 del modello Iva 2017, con […]

read more

Più tempo ai veterinari per spedire i dati 2016

Ai fini della compilazione del modello Redditi o 730 precompilati, la trasmissione, da parte dei veterinari, al Sistema tessera sanitaria dei dati relativi alle spese veterinarie per animali legalmente detenuti a scopo di compagnia o per la pratica sportiva (articolo 1, decreto 6 giugno 2001 numero 289), sostenute dal primo gennaio 2016 dalle persone fisiche, […]

read more

Nessuna eliminazione degli Intra-2 beni acq. e servizi ricevuti per il 2017. Eliminate le comunicazioni dei beni ai soci e dei finanziamento. Spesometro semestrale solo per il 2017

Il fisco risidegna la mappa degli adempimenti tra semplificazioni e complicazioni che non lasciano tranquilii né le imprese né i professionisti. Ma andiamo con ordine. Dal 2017 sarà eliminata la comunicazione dei beni in uso ai soci e quella dei finanziamenti e dei versamenti all’azienda da parte dei soci o familiari dell’imprenditore. L’invio delle liquidazioni […]

read more

Agevolazioni – Prorogata al 2017 la detrazione del 50% dell’Iva sull’acquisto di abitazioni

Sarà di nuovo possibile utilizzare l’agevolazione, in vigore per tutto il 2016, relativa alla detrazione dall’ Irpef del 50% dell’ Iva pagata sull’acquisto di unità immobiliari a destinazione residenziale, di classe energetica A o B, cedute dalle imprese (articolo 1, comma 56, legge 28 dicembre 2015, n. 208). Questa proroga è contenuta nel maxiemendamento al […]

read more

Iva – Dichiarazione Iva 2017, relativa al 2016 – L’integrativa Iva anticipa il credito

Entro il 28 febbraio va presentata la dichiarazione integrativa Iva 2016 a favore, relativa al 2015, se si desidera utilizzare liberamente il credito Iva generato dall’integrativa stessa, in compensazione in F24 , per pagare debiti tributari o contributivi, maturati in qualunque periodo d’imposta (ovvero per utilizzarlo direttamente nel modello Iva 2016 o per portarlo in […]

read more

Vale la data del bonifico effettuato dalle banche

Una situazione ormai piuttosto frequente è quella del finanziamento dei lavori: di fatto l’amministratore, ottenuto il finanziamento, paga l’impresa in un’unica soluzione o a stato avanzamento lavori ma il bonifico a volte è fatto dalla finanziaria o dalla banca a nome del condominio e non coincide con le annualità di pagamento delle rate da parte […]

read more

Scuole, la denuncia PF registra i nuovi tetti di spesa

Per i pagamenti del 2016, il limite massimo delle spese per la frequenza di asili, elementari, medie e superiori (indifferentemente se in istituti statali o paritari privati), detraibili al 19% dall’Irpef, è stato aumentato da 400 euro (applicabile per il 2015) a 564 euro per alunno o studente per il 2016, portando lo sconto fiscale […]

read more

«Redditi PF», nuovi sconti su casa e scuola

Via libera ai modelli definitivi delle dichiarazioni dei redditi 2016, che dovranno essere utilizzati dalle persone fisiche . Sono stati pubblicati nel sito delle Entrate, infatti, i modelli Redditi PF 2017 , che confermano che quest’anno il saldo per il 2016 e il primo acconto per il 2017 dovrà essere pagato entro il 30 giugno […]

read more

Il costruito perde la detrazione Iva al 50 per cento – Vademecum alle agevolazioni 2017 per la casa

La detrazione del 50% dell’Iva pagata per l’acquisto di case non è stata prorogata al 2017, mentre quella del 19% per i leasing di case durerà fino al 2020.Né la legge di Bilancio 2017 (legge 11 dicembre 2016, n. 232), né il milleproroghe (decreto legge 30 dicembre 2016, n. 244 , in fase di conversione) […]

read more

Precompilata, via alla «raccolta»

L’agenzia delle Entrate ha emanato ieri sette provvedimenti relativi alle comunicazioni all’anagrafe tributaria dei dati su rimborsi sanitari, polizze assicurative, interessi passivi del mutuo, spese universitarie, contributi versati per la previdenza complementare e lavori nelle parti comuni dei condomini. Si tratta di informazioni che saranno poi inserite dall’Agenzia nelle dichiarazioni precompilate 730 e Redditi, l’ex […]

read more

Iva – Spesometro 2017 – Dal 2017, non sono aboliti gli Intra acquisti di beni mensili e Intra vendite (beni e servizi). Stop solo a Intra trimestrali (beni e servizi) e ai mensili servizi

Oltre all’eliminazione della comunicazione black list (dal 2016), di quella delle società di leasing e noleggio , degli Intra-2 trimestrali (per i beni e i servizi) e mensili per i servizi (non per i beni), applicabile a tutti i contribuenti (indipendentemente dall’invio dello spesometro), chi opterà entro il 31 marzo 2017 per l’invio trimestrale dei […]

read more

Iva – Spesometro e invio opzionale a confronto

I dati delle fatture attive e passive da inviare all’agenzia delle Entrate tramite l’opzione dell’articolo 1, comma 3, Dlgs 127/2015, sono praticamente gli stessi di quelli che dovranno essere inviati con lo spesometro trimestrale obbligatorio. L’opzione esonera dallo spesometro stesso (non dall’invio delle liquidazioni periodiche), riduce di due anni i termini per i controlli fiscali […]

read more

Interessi passivi da contabilizzare subito

Gli interessi passi vi del conto corrente relativi all’ ultimo trimestre 2016 sono costi di competenza dell’esercizio 2016, quindi devono essere contabilizzati nello stesso esercizio , anche se saranno “esigibili” (nella pratica, esposti nell’estratto conto) solo il 1° marzo 2017 (articolo 2424-bis, comma 6, Codice civile). Da quest’anno, quindi, si dovrà prestare attenzione a non […]

read more

Bonus casa, bonifici su più «canali»

Per le detrazioni del 50% sugli interventi di recupero del patrimonio edilizio e del 65% su quelli di risparmio energetico “qualificato”, il bonifico “parlante” (cioè con l’indicazione del codice fiscale del fornitore e del beneficiario del bonus, oltre che della causale del pagamento, cioè della norma agevolativa) può essere considerato valido, ai fini dell’incentivo fiscale, […]

read more

Assegnazioni senza valore dei beni

La dichiarazione dei redditi delle società di capitali da utilizzare per il 2016, modello Redditi SC 2017, disponibile in bozza da lunedì scorso, non risolve il problema delle società con periodo d’imposta a cavallo d’anno, che hanno effettuato l’assegnazione o la trasformazione agevolata nel periodo chiuso precedentemente al 31 dicembre 2016, le quali rischiano di […]

read more

Codici tributo, effetto accorpamento

La scadenza dei pagamenti di lunedì prossimo, 16 gennaio 2017, sarà il primo vero banco di prova per la riduzione e l’accorpamento dei codici tributo, da utilizzare con il modello F24, voluta dall’agenzia delle Entrate con la risoluzione 17 marzo 2016, n. 13/E. Dal primo gennaio 2017, infatti, sono stati s oppressi molti codici tributo […]

read more

Stretta Ace nel modello Redditi SP

Il modello, in bozza, della dichiarazione dei redditi per il 2016 per le società di persone (Redditi SP 2017) è stato aggiornato con le novità sulle assegnazioni/cessioni e trasformazioni agevolate e sulle strette dell’agevolazione Ace. Assegnazioni e trasformazioni Per le Snc e le Sas che entro il 30 settembre 2016, ovvero dal 1° ottobre 2016 […]

read more

Pagamenti di fine anno, contribuenti alla scelta

La legge di bilancio 2017 ha prorogato fino alla fine del prossimo anno tutte le detrazioni sui lavori edilizi e sul risparmio energetico , cioè quelle del 50% per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e del 65% per il risparmio energetico “qualificato” degli edifici . Per l’ecobonus sulle parti comuni condominiali la proroga […]

read more

Auto aziendali, aggiornate le tariffe Aci

Via libera alle tariffe Aci dei costi chilometrici , suddivisi per tipologia di veicolo, ai fini della tassazione nel 2017 del fringe benefit nelle buste paga dei dipendenti. Sono state pubblicate ieri nella Gazzetta Ufficiale n. 298 (supplemento ordinario n. 58) le tariffe necessarie per calcolare forfettariamente il compenso in natura relativo all’utilizzo personale dei […]

read more

Ace, mobili, veicoli: come «dribblare» le strette del Fisco

Con l’attesa pubblicazione in Gazzetta Ufficiale diventano definitive le novità introdotte dalla legge di Bilancio 2017 , che in generale entreranno in vigore il 1° gennaio 2017. Molte, però, sono le novità che incidono da subito su scelte che possono essere anticipate o posticipate , secondo la convenienza fiscale. Maxi ammortamento Prorogato al 31 dicembre […]

read more

Per lo school bonus al via la compensazione con F24

Via libera, solo per «soggetti titolari di reddito d’impresa», alla compensazione in F24 del credito d’imposta del 65% (50% nel 2018) sulle donazioni in denaro a istituti scolastici, pubblici e privati, finalizzati alla realizzazione di nuove strutture scolastiche, alla manutenzione e al potenziamento di quelle esistenti o a interventi per «l’occupabilità degli studenti» (articolo 1, […]

read more

Saldo Imu, tempo di correzioni

Determinare il valore di un’area edificabile. Scovare la delibera e l’aliquota applicabile. Capire se si ha diritto al nuovo sconto sulle case date in uso gratuito a genitori o figli. E ancora: trovare la soglia minima al di sotto della quale il versamento non è dovuto e calcolare la quota a carico dell’inquilino. Se è […]

read more

Certificazione unica (modello CU) – Dal 2017, cambia il calendario. Entro il 07.02.2017 alle Entrate e al 31.03.2017 ai lavoratori, ai professionisti e agli agenti

Rilasciata ieri dalle Entrate la bozza della certificazione unica (modello CU) che datori di lavoro ed enti pensionistici dovranno inviare telematicamente all’Agenzia entro il 7 marzo 2017 e che dovranno consegnare ai sostituiti (dipendenti, pensionati, professionisti, agenti, lavoratori occasionali ecc.) entro il 31 marzo 2017. Dal prossimo anno, infatti, l’adempimento, fin qui previsto entro il […]

read more

F24 cartaceo, allo sportello anche oltre i 1.000 euro

Dal 3 dicembre 2016, le persone fisiche, senza partita Iva, possono pagare direttamente agli sportelli bancari, postali o di Equitalia gli F24 cartacei di qualunque importo (anche se superiori a 1.000 euro), a patto che non contengano alcuna compensazione. Il decreto fiscale collegato alla legge di Stabilità 2017, infatti, ha soppresso l’obbligo di utilizzare l’F24 […]

read more

Più facile cedere il credito ma solo per i bonus extra-large

Una nuova formula per la cessione delle detrazioni su lavori in condominio. La prevede la legge di bilancio 2017 per due grandi categorie di interventi: le spese sostenute dal 2017 al 2021 dai condomìni per gli interventi antisismici su parti comuni di «edifici ubicati nelle zone sismiche» 1, 2 e 3, con «procedure autorizzatorie» comunali […]

read more

Casa, gli sconti guadagnano tempo

La legge di Stabilità 2017, approvata definitivamente dal Senato, ha prorogato fino al 31 dicembre 2017 tutti i bonus edilizi, cioè quelli per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, per il risparmio energetico “qualificato” degli edifici, per le schermature solari, per gli impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse […]

read more

F24 cartaceo anche oltre mille euro

Dal 3 dicembre 2016, le persone fisiche, senza partita Iva , possono presentare direttamente agli sportelli di Equitalia, postali o bancari i modelli di pagamento F24 “cartacei”, di qualunque importo (anche oltre 1.000 euro) purché non contengano compensazione con altri crediti tributari o contributivi. L’articolo 7-quater, comma 31, del Dl 193/2016, come convertito dalla legge […]

read more

Iva – Spesometro e invio opzionale – Da oggi torna l’F24 cartaceo sopra mille euro per persone fisiche senza partita Iva

Il decreto legge fiscale è definitivo. La legge di conversione (legge 1° dicembre 2016, n. 225) è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale di ieri (la n. 282 del 2 dicembre, supplemento ordinario n. 53 ) e le modifiche apportate al testo originario sono in vigore da oggi. Consolidato il testo, il Fisco non ha perso […]

read more

Saldo Imu-Tasi. Tutte le regole – Imu deducibile al 20 per cento per gli immobili d’impresa

La generale indeducibilità dell’Imu dal reddito d’impresa o professionale (Ires e Irperf) è in parte derogata per quella relativa agli immobili strumentali, per natura o per destinazione, in quanto questa è deducibile nella misura del 20 per cento.La parziale deduzione dell’Imu non si applica, però, agli immobili promiscuamente usati nell’esercizio dell’arte, o professione, o all’impresa […]

read more

Saldo Imu-Tasi. Tutte le regole – F24 su carta, in banca e Posta senza «tetto»

Via libera al pagamento da parte delle persone fisiche, senza partita Iva, di modelli F24 cartacei, di qualunque importo (anche superiori a mille euro), senza alcuna compensazione, direttamente agli sportelli bancari o postali. È questa la conseguenza dell’entrata in vigore della legge di conversione del decreto fiscale collegato alla legge di Stabilità 2017 (Dl 193/2016), […]

read more

Dall’Irpef alla cedolare: l’acconto chiama alla cassa

Scadono oggi i pagamenti delle seconde rate degli acconti per il 2016 dell’Irpef, dell’Ires, dell’Irap, della cedolare secca, dell’Ivie, dell’Ivafe, dell’imposta sostitutiva per i contribuenti forfettari o per quelli minimi, della maggiorazione Ires del 10,50% per le società di comodo e dei contributi Inps per la gestione artigiani, commercianti o separata. Quest’anno, devono prestate particolare […]

read more

Cento euro ai «piccoli» per adeguare i software

Per i costi sostenuti per l’adeguamento tecnologico necessario per le due nuove comunicazioni introdotte dal decreto fiscale (fatture emesse e ricevute e liquidazioni periodiche Iva), oppure per l’opzione quinquennale di invio di tutte le fatture elettroniche emesse e ricevute, spetterà, una sola volta, un credito d’imposta di 100 euro, solo compensabile in F24 (non rimborsabile), […]

read more

Detrazioni Iva, corsa al «recupero»

Invio delle dichiarazioni Iva integrative a favore anche oltre il termine per l’invio del modello relativo all’anno successivo. Quindi, ad esempio, è ancora possibile inviare l’integrativa Iva 2015, relativa al 2014, il cui invio, fino al 23 ottobre 2016, era scaduto il 30 settembre 2016. Ma è possibile correggere addirittura il modello Iva 2012, relativo […]

read more

Il tax day di giugno si sdoppia

Via libera all’eliminazione del tax day del 16 giugno , che concentrava il pagamento dell’ Imu e della Tasi con quello delle imposte e dei contributi calcolati nella dichiarazione dei redditi e Irap . Dal prossimo anno, infatti, le prime rate delle due imposte comunali continueranno a essere versate il 16 giugno, mentre le prime […]

read more

Correzioni ampie con l’integrativa

Sono molti i casi in cui la prassi dell’agenzia delle Entrate è variata pro contribuente (ad esempio, adeguandosi agli orientamenti giurisprudenziali), per i quali, dal 24 ottobre 2016 in base al Dl 193/2016, è possibile inviare, anche per gli anni dal 2011 al 2014, una dichiarazione dei redditi (Unico, non 730), Irap, Iva o 770 […]

read more

Gli acconti delle imposte – Il regime per cassa in lista d’attesa

Da un lato si sta discutendo di introdurre, con la legge di Stabilità 2017, un regime reddituale per cassa (solo per le imprese in contabilità semplificata), che consentirà di pagare le imposte solo al momento dell’incasso dei propri ricavi, dall’altro si continua a chiedere, a tutti i contribuenti, il pagamento delle imposte e dei contributi, […]

read more

Gli acconti delle imposte – Con il metodo analitico calcoli senza rischio errore

Entro il 27 dicembre 2016 deve essere versato l’acconto Iva 2016, per il quale è possibile scegliere di effettuare i calcoli con il metodo storico (88% dell’importo dell’ultima liquidazione dell’anno precedente), quello analitico (operazioni effettuate al 20 dicembre) o quello previsionale. Devono versare l’acconto Iva entro il 27 dicembre di ogni anno «i contribuenti sottoposti […]

read more

Gli acconti delle imposte – Bonus del 140 per cento, gli acquisti 2016 nel perimetro del previsionale

Se l’acconto Ires o Irpef per il 2016 si determina con il metodo storico, l’imposta del periodo precedente, cioè quella del 2015 (rilevante per il calcolo storico dell’anticipo), deve essere rideterminata senza considerare l’incentivo del 140%, cosiddetto dei maxi ammortamenti. Solo applicando il metodo previsionale, invece, si può considerare il potenziale beneficio fiscale del bonus […]

read more

Gli acconti delle imposte – Alla cassa entro novembre per la seconda rata del 2016

Entro il 30 novembre i contribuenti dovranno versare la seconda rata degli acconti per il 2016 delle imposte e dei contributi, che sono stati dichiarati nelle dichiarazioni Unico 2016 e Irap 2016, anche se relativi al 2015. Per l’Iva, invece, la scadenza del versamento dell’acconto 2016 è fissata per il 27 dicembre 2016. La prima […]

read more

Cessione dei crediti fiscali senza vincoli per i condòmini

La cessione del credito d’imposta Irpef del 65% per i lavori di risparmio energetico «qualificato» su parti comuni condominiali da parte dei condòmini incapienti dovrebbe essere prorogata fino alla fine del 2017 dalla legge di Stabilità 2017, in discussione alla Camera. Ma la novità è nella possibilità di due nuovi tipologie di cessione dei crediti […]

read more

Sisma bonus piu’ generoso

Il disegno di legge di bilancio 2017 in discussione alla Camera prevede la riduzione dal 65% al 50% della detrazione “speciale” Irpef e Ires sugli interventi antisismici di edifici ricadenti nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zone 1 e 2), ma ne estende la fruizione anche agli edifici ricadenti nella zona sismica 3, prevede la […]

read more

Il credito si potrà cedere anche ai privati

Dopo il flop del tentativo inserito nella legge di Stabilità 2016, il progetto della legge di bilancio per il 2017 amplia la possibilità di cedere le detrazioni Irpef o Ires sugli interventi di riqualificazione energetica e sismica dei condomìni. C’è da capire, però, se la nuova formula aiuterà davvero il decollo dei lavori. Vediamo prima […]

read more

Dichiarazione integrativa a favore – Integrativa a favore per il 2011 entro fine anno

Da lunedì scorso è possibile presentare le dichiarazioni integrative a favore dei redditi, Irap, Iva e 770, relative ai periodi d’imposta precedenti al 2015 e fino al 2011 compreso. È questa la conseguenza dell’entrata in vigore del decreto fiscale (Dl 193/2016), che nell’introdurre la dichiarazione integrativa a favore non pone limiti temporali al suo utilizzo. […]

read more

Il ravvedimento dell’omesso versamento dell’Iva mensile o trimestrale è possibile solo entro l’invio del modello Iva relativo all’anno della violazione

L’omesso versamento dell’Iva a debito risultante dalle liquidazioni periodiche è ravvedibile solo «entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all’anno di commissione della violazione». Ad esempio, gli omessi versamenti del 2016 dell’Iva mensile (l’Iva relativa a dicembre 2015, scaduta il 16 gennaio 2016 e l’Iva dei mesi da gennaio a novembre 2016) o trimestrale […]

read more

Al Condominio Day tutti i quesiti dei lettori

Quesiti in libertà dai professionisti agli esperti del Sole 24 Ore e delle Associazioni di categoria. Il 25 ottobre sarà l’occasione per tutti i lettori (con un’attenzione speciale ad amministratori, avvocati, tecnici e imprese) per porre quesiti agli esperti del Quotidiano Condominio del Sole 24 Ore e a quelli delle Associazioni. La giornata, infatti, è […]

read more

Ravvedimento del 730, la sanzione «segue» l’errore

Per correggere un 730/2016 che comporta un maggior debito fiscale o un minor credito, l’unica strada possibile è la presentazione di un modello Unico PF 2016, integrativo a sfavore, applicando le stesse regole sanzionatorie previste per la dichiarazione dei redditi e spiegate dall’agenzia delle Entrate nella circolare 42/E/2016 (si veda Il Sole 24 Ore di […]

read more

Fatture elettroniche – Entro la fine del 2016, vanno archiviate digitalmente le fatture elettroniche emesse alla Pa (Gse compreso) e ad altri soggetti

Entro il 31 dicembre 2016, con l’apposizione del riferimento temporale sul Pacchetto di archiviazione, deve terminare il processo di conservazione digitale delle fatture elettroniche emesse nel 2015, sia verso la pubblica amministrazione, sia nei rapporti B2B. Quest’anno si tratta di una scadenza importante, in quanto le fatture elettroniche sono state rese obbligatorie verso la Pa […]

read more

Immobili – Le regole per dedurre i costi e detrarre l’Iva per i servizi e le utenze delle abitazioni usate promiscuamente per business e per motivi personali

Molti sono i servizi e le utenze che gli imprenditori individuali e i professionisti acquistano con la partita Iva per le abitazioni, che utilizzano promiscuamente per la loro attività economica e per motivi personali, ma spesso possono “recuperare” fiscalmente i relativi costi e l’Iva solo in parte. Locazione Tralasciando il caso dell’acquisto, i costi di locazione […]

read more

Agevolazioni – Danni dalla Slovenia con esenzione dal bollo

Sono esenti da bollo i certificati attestanti la qualifica di profugo, quelli di residenza storica e quelli relativi alle vicende domiciliari, che devono essere allegati all’istanza da presentare alle autorità slovene per ottenere l’indennizzo monetario per aver subìto danni di guerra nel periodo compreso tra il mese di maggio 1945 e il mese di luglio […]

read more

Assegnazione o cessione di immobili – Trasformazioni, decide l’atto notarile. Rileva solo la data della delibera, non quella dell’iscrizione al registro delle imprese

Corsa contro il tempo per “effettuare” entro venerdì 30 settembre 2016, le delibere e gli “atti di assegnazione” dei beni ai soci, oltre che per deliberare gli “atti di trasformazione” agevolata in società semplice o per stipulare le cessioni agevolate. Anche se tra le ipotesi allo studio per la prossima legge di Bilancio c’è una […]

read more

Agevolazioni – Detrazione delle spese medice – Sconti automatici per gli invalidi gravi

Spese mediche deducibili dal reddito non solo per tutti i portatori di handicap (anche non grave), ma anche per gli invalidi civili , a patto che sia accertata la «grave e permanente invalidità o menomazione», la quale è «senza dubbio» presente, per le Entrate , «in tutte le ipotesi in cui sia attribuita l’indennità di […]

read more

Compensazioni in F24 oltre i 700.000 euro – Non solo per l’Iva, ma anche per tutte le altre imposte. Per le compensazioni rischio sforamento

Con l’avvicinarsi della fine dell’anno aumentano i rischi di superamento della soglia annuale di 700mila euro delle compensazioni in F24 dei crediti fiscali di qualunque tipologia, perché le eccedenze a credito vengono spesso gestite da più soggetti, che dovrebbero coordinarsi prima di presentare i modelli di pagamento per conto del proprio cliente. Solitamente, il credito […]

read more

Entro il 30.09.2016. va Inviata la dichiarazione «correttiva nei termini» per il 2015. Entro il 31.12.2015, invece, va inviata l’integr. a favore del 2014 e a sfavore del 2011

Oltre all’invio telematico del modello Unico 2016 (e della dichiarazione Iva autonoma), relativo al 2015, il 30 settembre 2016 scadrà anche la possibilità di presentare l’integrativa a favore relativa al 2014 (Unico 2015) e le correttive nei termini per correggere le dichiarazioni del 2015 già inviate. La trasmissione dell’integrativa a sfavore per il 2011 (Unico […]

read more

Terremoto nel centro-Italia, ritenute fuori dalla sospensione

Per i contribuenti residenti «alla data del 24 agosto 2016» nei 17 Comuni del Centro-Italia colpiti dal terremoto, sono sospesi tutti i «termini dei versamenti e degli adempimenti tributari» (quindi, non quelli relativi ai contributi previdenziali e assistenziali e ai premi assicurativi dei lavoratori), scadenti nel «periodo compreso tra il 24 agosto 2016 e il […]

read more

Immobili delle imprese o dei professionisti – Acquisti in leasing e peso del canone

Lo scorporo del valore dei terreni da quello dei fabbricati strumentali, per individuare la parte deducibile dell’immobile acquistato, deve essere effettuato anche se l’acquisto avviene con un contratto di leasing, che dal 2014 deve avere un periodo non inferiore a 12 anni. Se il contratto dura meno, però, questo calcolo va effettuato sulla quota capitale di […]

read more

Immobili delle imprese o dei professionisti – I vincoli del Testo unico sul binomio casa-lavoro

È molto articolato il quadro delle regole che interessano gli immobili di imprese e professionisti, e di chi svolge l’attività utilizzando la propria abitazione ovvero destinandone una parte. Il regime fiscale dei fabbricati e dei terreni posseduti da imprese e professionisti, infatti, varia molto in base alla classificazione di questi beni tra gli immobili strumentali, […]

read more

Per le autovetture aziendali, La deduzione dei costi è al 20% e la detrazione dell’Iva è al 40%, anche per le navette degli alberghi. Meglio le auto personali e i rimborsi spese

I costi e l’ Iva delle “navette” utilizzate dagli alberghi per gli spostamenti dei propri clienti non possono essere rispettivamente dedotti e detratti integralmente, ma subiscono le consuete limitazioni delle autovetture al 20% per il costo e al 40% per l’Iva. Il chiarimento è contenuto nella risposta ad un’interrogazione parlamentare di ieri, che non ha […]

read more

Agevolazioni – Detraibili le spese di pre e post scuola

Tra le s pese di frequenza di asili, elementari, medie e superiori, detraibili al 19% dall’Irpef , rientrano, non solo i contributi obbligatori, le tasse di iscrizione, i contributi volontari deliberati dagli istituti scolastici e le spesa per la mensa scolastica – anche se resa dal Comune o da altri soggetti terzi rispetto alla scuola […]

read more

In breve – Certificati e copie di sentenze con F24

Dal 1° settembre Certificati e copie di sentenze con F24 Dal 1° settembre di quest’anno, sarà possibile utilizzare il modello F24 per versare i diritti per il rilascio di una serie di documenti. Si tratta, per esempio, dei certificati e delle copie degli estratti di atti catastali e non catastali, oltre che delle copie delle […]

read more

La conciliazione fiscale aumenta i contributi INPS

Tutti gli istituti di definizione agevolata delle pretese tributarie, rideterminando gli imponibili fiscali e le somme da pagare all’Erario, comportano il ricalcolo dei contributi previdenziale dei lavoratori autonomi (artigiani, commercianti e liberi professionisti iscritti alla gestione separata) da corrispondere all’Inps. Con la circolare 140/2016 l’istituto di previdenza ha riassunto le principali procedure di adesione della […]

read more

Rimborsi Iva trimestrali – Platea allargata

Se il contribuente paga gli avvisi di accertamento o di rettifica ricevuti, senza far scattare alcuna attività di riscossione da parte dell’Amministrazione finanziaria, viene considerato non “a rischio”, quindi, non è tenuto a presentare la garanzia per i rimborsi Iva, trimestrali o annuali, superiori a 15.000 euro. A chiarirlo è la circolare 22 luglio 2016, […]

read more

Revisori contabili o fiscalisti – Senza Ordine la Pec non è un obbligo

Per i soggetti, professionisti o imprese, non iscritti nell’Indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata ( Ini-Pec ) non può essere applicata la previsione (articolo 26, comma 2, del Dpr 602/73) che prevede la notifica delle cartelle esattoriali, mediante il «deposito dell’atto presso gli uffici della Camera di Commercio competente per territorio» e la […]

read more

Ultima chiamata per l’invio del modello 730 alle Entrate

Scade oggi l’invio telematico diretto all’agenzia delle Entrate del modello 730/2016, comprensivo del 730-1, per la scelta della destinazione dell’8, 5 e 2 per mille, oltre che la trasmissione dei modelli dei propri clienti (comprensiva del risultato contabile, modello 730-4) da parte dei Caf e degli intermediari abilitati (consulenti del lavoro, dottori commercialisti ed esperti […]

read more

Casse, contributi su del 24% in 11 anni

Il contributo soggettivo previdenziale a carico dei professionisti iscritti alle Casse è aumentato in media del 24% in 11 anni, passando dal classico 10%, applicato nel 2004 e in precedenza per molti anni da quasi tutti gli enti, al 12,5% medio da utilizzare sui redditi percepiti nel 2015. Per il contributo integrativo è andata peggio, […]

read more

Nelle Casse continua l’aumento dei contributi

Dall’analisi delle dichiarazioni previdenziali che i professionisti iscritti alle Casse devono presentare nelle prossime settimane, emerge un generale aumento dei contributi soggettivi e integrativi 2015, rispetto a quelli relativi al reddito e al volume d’affari 2014. L’integrativo incrementa la pensione I geometri, per esempio, hanno adottato dal 1° gennaio 2015 la misura massima del contributo […]

read more

Nell’agenda del fisco 770 al 22 agosto

La proroga al 22 agosto non riguarda solo gli adempimenti fiscali e i versamenti che hanno scadenza ordinaria dal 1° al 20 agosto di ogni anno, ma anche quelli che scadono eccezionalmente il primo o il 2 agosto, perché il loro termine ordinario del 31 luglio è rispettivamente una domenica o un sabato. Si arriva […]

read more

Il modello 770 trascina anche le «CU»

Per la trasmissione telematica da parte dei sostituti d’imposta delle certificazioni uniche 2016, «che non contengono dati da utilizzare per l’elaborazione della dichiarazione precompilata», la scadenza del 7 marzo 2016 non è stata perentoria, quindi, è possibile effettuare l’invio entro il 22 agosto 2016, cioè entro la data di scadenza della presentazione del 770 2016. […]

read more

Autotrasporto, sulle deduzioni un ritardo ingiustificabile

L’incertezza normativa e i ritardi dell’Amministrazione finanziaria nel rilasciare le informazioni e gli strumenti operativi per effettuare gli adempimenti e i calcoli delle imposte dovute comporta, spesso, il ritardo nel pagamento dei tributi da parte dei contribuenti o addirittura la riduzione del gettito. Un esempio di pagamento posticipato rispetto alle scadenze ordinarie è sicuramente quello […]

read more

Autotrasporto, sconti aggiornati

Ieri, a un giorno dalla scadenza del pagamento dell’Irpef a saldo per il 2015, sono stati definiti gli importi delle deduzioni forfettarie giornaliere per gli autotrasportatori di merci per conto di terzi. Per i viaggi effettuati personalmente dall’imprenditore fuori dal Comune sede dell’impresa, la deduzione giornaliera è di 51 euro, mentre per quelli all’interno del […]

read more

Anche il TFR è fuori dalla dichiarazione

Non vanno dichiarate nel modello Unico o nel 730, né le retribuzioni non percepite (neanche se presenti nel modello di Certificazione unica), né il Tfr, le indennità di preavviso e le somme incassate per il patto di non concorrenza. Anche se il dipendente o l’amministratore di società hanno ricevuto, per il 2015, una certificazione unica […]

read more