Aggiornato il modello Tr con le novità sui gruppi Iva

ArticoloIl Sole 24 OreAggiornato il modello Tr con le novità sui gruppi Iva

Dalla richiesta di rimborso o compensazione Iva relativa al primo trimestre 2019 si dovrà utilizzare il nuovo modello Iva Tr, approvato con provvedimento del 19 marzo, n. 64421, che ha aggiornato il precedente, per tenere conto dell’aggiunta tra i soggetti passivi anche dei gruppi Iva e dell’introduzione degli indici sintetici di affidabilità fiscale. Per il primo anno di applicazione del gruppo Iva, il 2019, l’opzione per la sua costituzione doveva essere presentata entro il 15 novembre 2018, con effetto dal primo gennaio 2019. Il credito d’imposta infrannuale maturato dal gruppo Iva (come quello annuale), però, non può essere utilizzato in compensazione in F24 con i debiti relativi ad altre imposte e contributi dei partecipanti del gruppo stesso. Se l’istanza trimestrale di rimborso Iva viene presentata da un gruppo Iva, nel riquadro «dati del contribuente» del frontespizio si devono indicare la partita Iva del gruppo, il codice Ateco dell’attività svolta in via prevalente dal medesimo, il codice natura giuridica 61 e la denominazione del gruppo. Inoltre, nel riquadro «dichiarante diverso dal contribuente» vanno riportati i dati della persona fisica che sottoscrive l’istanza.

 

Approfondimento dello Studio De Stefani all’articolo di Luca De Stefani su Il Sole 24 Ore del20 marzo 2019

 

Richiedi una consulenza personalizzata

Il Sito utilizza esclusivamente cookie “tecnici”, quali i cookie di navigazione o sessione, diretti a garantire la normale navigazione e fruizione del sito web, e quindi finalizzati a rendere funzionale ed ottimizzare la stessa navigazione all’interno del sito. Non sono presenti cookie di profilazione, né di terze parti. Per sapere di più consulta la nostra Privacy Policy.